“In cento righe”, presentato il concorso letterario nazionale: i racconti invadono la radio

Quanto può essere radiogenico un racconto? Questo pomeriggio, nello spazio della sede dell’associazione culturale ‘Marginalia’, è stata presentata la prima edizione del concorso letterario nazionale “In cento righe”. Ad illustrare le modalità della gara, che prevede l’elaborazione di un racconto breve di cento righe (proprio come accadeva per gli scrittori nei quotidiani dello scorso secolo, con i romanzi d’appendice), sono stati la presidente dell’associazione Vania Fanciullacci ed il consulente editoriale Matteo Faglia. Quest’ultimo farà parte della giuria del concorso assieme all’attrice Daniela Marozzi e allo scrittore Marco Vichi. I dieci racconti vincitori, che potranno avere qualsiasi tema, saranno letti da attori teatrali nel corso di una trasmissione radiofonica. “Siamo orgogliosi di presentare questo nuovo concorso, sperando che possa essere di stimolo per molti autori del nostro Paese”, ha spiegato Vania Fanciullacci. “Ho deciso di sostenere da subito questo bando – ha detto Matteo Faglia – perché si tratta di una competizione originale che mette in palio un premio diverso dal solito”. La conferenza stampa di presentazione del premio, i cui vincitori saranno annunciati all’inizio dell’autunno nel corso di una cerimonia pubblica, è stata anticipata da una lettura interpretata dall’attore Massimiliano Mastroeni, che collabora alle teatralizzazioni degli eventi culturali dell’associazione. La scadenza per l’invio degli elaborati è fissata per il 30 giugno 2016. Il bando è consultabile al sito www.associazionemarginalia.org.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*