Pallamano, a Prato le le finali nazionali maschili Under 20

Dopo quasi 10 anni tornano a Prato le finali maschili under 20 di pallamano. Le gare si svolgeranno da giovedì 2 a domenica 5 giugno all’Estraforum in via di Maliseti e al Palarogai in via Caduti Senza Croce.
“La città sarà invasa dalla pallamano per tre giorni di sport e di festa – ha dichiarato il consigliere delegato allo Sport Luca Vannucci -. Ben 13 squadre da tutta Italia soggiorneranno nel nostro territorio. E’ l’ennesimo evento sportivo capace di far visitare e far conoscere Prato. Non è retorico ripeterlo perché sono i numeri a dimostrare ancora una volta quale può essere l’impatto dello sport sul turismo. Dobbiamo crederci sempre di più”.
L’obiettivo di fondo dell’evento è far riavvicinare Prato alla pallamano: uno sport che ha dato tanto alla città e che ha ancora tanto da dare in termini di visibilità e di divertimento.
“Mi sono avvicinato alla pallamano perché ci giocavano i miei figli e me ne sono innamorato da subito – ha affermato il vicepresidente della pallamano Prato Massimiliano Bartali -. E’ uno sport bello da vedere e bello da giocare, anche perché meno inquinato da interessi forti rispetto ad altri. Le finali sono alle porte. Le squadre infatti arriveranno in città già da domani. Noi puntiamo ad arrivare più in alto possibile”.
Le squadre partecipanti, oltre al Prato, sono Emmeti Group, Scuola Modena, Chiaravalle, Pressano, Romagna, Asalb Bastia, Ginnastica Spezia, Pescara, Team Alcamo, San Giorgio Molteno, Meran e Bologna. Il programma completo delle gare si può consultare su www.pallamanoprato.it.
La pallamano ha origini antiche a Prato. Le prime partite si giocarono già a metà degli anni ’60. L’AlPI Prato negli anni Novanta conquistò 2 scudetti, 2 coppe Italia e tante partecipazioni nelle coppe europee.
“Ho iniziato a giocare a pallamano nel 1966, quando ancora era uno sport in uno stato embrionale: si giocava in 11 su un campo di calcio – ha aggiunto il delegato regionale del CONI Massimo Taiti -. Con me c’erano Urano Corsi e tanti altri amici che poi hanno fondato la Pallamano Prato, portandola fino ai massimi livelli. Queste finali si svolgono in due impianti sportivi. Se uno è già dedicato ad un campione, mi piacerebbe che fossero accelerati i tempi per l’intitolazione dell’Estraforum a Zaim Kobilica”.
Al campione bosniaco, colonna portante dell’AlPI Prato alla fine degli anni ’90, scomparso nel 2015 all’età di 50 anni dopo una lunga malattia, sarà dedicato il primo Memorial nel ricordo della sua persona domenica 12 giugno a Montecarlo, al quale parteciperanno tanti suoi amici ed ex giocatori.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*