Carenza di medicinali in ospedale: la denuncia della Cgil. Rassicurazioni da parte di Estar

“Da almeno dieci giorni” in alcuni ospedali dell’area fiorentina “mancano medicinali anche indispensabili, come diuretici, cortisonici e antidolorifici di base, oltre alle provette per i prelievi”. A denunciare la carenza di materiali e medicine è il delegato sindacale della Cgil Simone Baldacci. Le mancanze, spiega sempre Baldacci, sarebbero dovute a un disservizio “causato dal cambio di sede da una zona a un’altra di Calenzano di un magazzino di stoccaggio di Estar”, l’ente di supporto tecnico-amministrativo regionale. A causa delle carenze di materiale, continua Baldacci, “nei giorni scorsi all’ospedale di Torregalli sono stati anche rinviati degli interventi chirurgici programmati”. “Questa mattina al pronto soccorso di Santa Maria Nuova – continua Baldacci – non ho potuto effettuare un prelievo per l’assenza di provette, ci troviamo nella condizione di scegliere cosa fare e cosa no”. “Ci avevano avvisato che per una settimana ci sarebbero stati problemi di approvvigionamento – prosegue Baldacci – ma la cosa va avanti da 15 giorni e ci è stato detto che potrebbe continuare per tutta la settimana”. Il mancato invio di medicinali e materiali, spiega ancora Baldacci, sarebbe dovuto a “un problema nel sistema informatico” del nuovo magazzino.
Secondo quanto appreso, carenze di medicinali e materiale sanitario si registrerebbero anche all’ospedale Santo Stefano di Prato. In questo caso le carenze riguarderebbero in particolare diuretici e provette per i prelievi.
“Oggi abbiamo consegnato, in accordo con la farmacia della Asl Toscana centro, l’80% dei prodotti sanitari, garantendo tutte le urgenze che ci sono state segnalate dalle varie strutture sanitarie”. È quanto precisato in una nota diffusa dalla Regione Toscana da Estar, l’ente di supporto tecnico amministrativo regionale, a proposito della denuncia da parte dei sindacati di carenze di medicinali e materiale sanitario in alcuni ospedali della Asl.
“L’Estar – si legge nel documento – tranquillizza gli operatori degli ospedali fiorentini che la consegna di farmaci avverrà con tempi corretti”. “L’avvio del nuovo magazzino di Calenzano – prosegue la nota – ha avuto dei normali ritardi, che stiamo velocemente recuperando”. Da alcuni giorni carenze di medicinali come diuretici, cortisonici e antidolorifici si sono registrate in diversi ospedali dell’area fiorentina e a Prato. Secondo quanto precisato dai sindacati, e a differenza di quanto affermato in un primo momento, la carenza di materiali all’ospedale di Torregalli non ha comportato il rinvio degli interventi chirurgici programmati.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*