Mediterraneo Down-Town: sabato a Prato una giornata di riflessione sull’immigrazione dal Mare nostrum

Giornata di anteprima, il 12 novembre a Prato, per “Mediterraneo Down-town”, il festival che Cospe onlus, Libera, Comune di Prato e Regione Toscana in collaborazione con Anci promuoveranno nel 2017. Tre i momenti clou dedicati ad altrettanti questioni cruciali che attraversano quest’area: dalle rotte delle migrazioni e le politiche di accoglienza alla corruzione ed economia criminale, passando dalla (mancata) libertà di espressione
Tra gli ospiti dell’iniziativa, presentata oggi, Alessandra Morelli dell’Unhcr, la sindaca di Lampedusa Giusy Nicolini, e molti altri tra scrittori, intellettuali, artisti, attivisti ed economisti provenienti da tutti i Paesi delle sponde del Mediterraneo. Ad animare i dibattiti pubblici i rappresentanti dei promotori: Monica Barni, vicepresidente della Regione Toscana; Matteo Biffoni, sindaco di Prato; don Luigi Ciotti, fondatore di Libera; Giorgio Menchini, presidente di Cospe.
Durante la giornata sarà inoltre consegnato il premio “Un Mediterraneo di Pace” a Klaus Vogel, capitano della nave Aquarius, ispiratore e promotore di Sos Mèditerranèe, cittadini europei insieme per i salvataggi in mare.
Tra gli eventi collaterali è prevista alla biblioteca Lazzerini (fino al 30 novembre) anche un’installazione dell’artista palestinese MaJdal Nateel sull’ultima guerra di Gaza, vista con gli occhi dei bambini. L’inagurazione sarà l’11 novembre alle 12.
Lo stesso giorno, ovvero uno prima dell’iniziativa al teatro Metastasio, Ginevra di marco regalerà un’anteprima di quello che sarà il Festival “Mediterraneo Downtown” con un concerto dedicato a Merceded Sosa, nell’ex chiesa di San Gio-vanni in via San Giovanni

Leggi il programma completo e le biografie degli ospiti

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*