Nuova palazzina accanto all’ospedale di Prato: il Governo pronto a finanziare l’opera con 5 milioni

Il Governo è pronto a finanziare con 5 milioni di euro la costruzione di una nuova palazzina accanto all’ospedale Santo Stefano, dove troverebbero spazio dai 50 ai 70 posti letto. L’impegno è stata preso dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Luca Lotti, che ha accolto le istanze del sindaco Matteo Biffoni e del sottosegretario Giacomelli, il quale nelle scorse settimane era uscito allo scoperto definendo inadeguato il nuovo ospedale di Prato.

Nei giorni scorsi anche l’assessore regionale Saccardi, giunta nella nostra città per un’iniziativa referendaria, aveva aperto a questa possibilità. Il progetto di massima è già stato tratteggiato: la nuova palazzina sorgerebbe accanto all’attuale nosocomio e sarebbe di tre piani. Al piano terra sarebbe trasferito il reparto di psichiatria, che oggi si trova accanto al pronto soccorso. L’operazione libererebbe spazi proprio per ampliare il pronto soccorso, che registra il maggior numero di richieste di servizi in tutta la Regione: quest’anno si supereranno i 100 mila accessi.

La nuova struttura potrebbe costare dai 5 ai 7 milioni di euro: la Regione dovrebbe sostenere il cofinanziamento e le spese per far funzionare il nuovo modulo sanitario, a partire dal personale medico e infermieristico. L’investimento per costruire la nuova palazzina sarebbe escluso dal project financing: un passaggio che è stato valutato anche da un punto di vista legale.

“La costruzione di una nuova palazzina è la soluzione di lungo periodo che abbiamo individuato da oltre un anno per risolvere le carenze del nuovo ospedale – afferma il sindaco Matteo Biffoni -. Occorrerà del tempo e stiamo lavorando per mettere a punto tutti i tasselli dell’operazione, ma nel frattempo sono arrivate delle risposte, come il raddoppio delle cure intermedie, la convenzione con Villa Fiorita, il nuovo distretto a Vernio e l’accordo per quello di San Paolo”.
L’obiettivo del sindaco è quello di arrivare a formalizzare l’accordo per l’ampliamento del Santo Stefano entro la fine dell’anno. Un incontro, in questo senso, è fissato per fine mese. “Le dichiarazioni del sindaco Biffoni sulle ipotesi di un finanziamento nazionale per l’ampliamento del Santo Stefano vanno nella direzione che tutti auspichiamo e cioè quella di lavorare in ogni modo per raggiungere l’obiettivo finale”. Lo hanno detto i due consiglieri regionali pratesi del Pd Nicola Ciolini e Ilaria Bugetti. “Se il governo dovesse inserire già nella legge di bilancio 2017 le risorse necessarie, sarebbe certamente un grande passo in avanti. Da parte nostra, per il ruolo che ci compete, confermiamo la nostra più piena collaborazione affinché anche dal Consiglio regionale possa venire il massimo sostegno al progetto di ampliamento” hanno aggiunto i consiglieri.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*