Procedura di conciliazione alla Camera di Commercio: 135 pratiche nel 2016, il 40% arriva a mediazione

Evitare i tempi lunghi per la risoluzione di una controversia in sede giudiziale, risparmiando tempo e denaro: tutto questo è possibile con l’attivazione di una procedura di conciliazione, una scelta che consumatori e imprese sul nostro territorio fanno sempre più spesso. Dal 2014 ad oggi sono state 458 le procedure depositate e gestite dalla Camera di Commercio di Prato, per un valore totale di circa 11 milioni di euro. Ad oggi, nel 2016 sono state aperte 135 procedure, mantenendo la tendenza positiva dello scorso anno. Le tipologie più ricorrenti di mediazione sono quelle che riguardano contratti bancari e finanziari (42%), quelle su questioni condominiali (10%) e su locazioni (9%).

“Dobbiamo potenziare il nostro sforzo nella promozione degli strumenti di gestione alternativa delle controversie, che rappresentano un mezzo concreto per alleggerire le imprese dal carico dei contenziosi – commenta Luca Giusti, presidente della Came-ra di Commercio di Prato -. Il nostro territorio ha raccolto questa sfida e i numeri ce lo dimostrano, ma dobbiamo ancora fare tanta strada per cambiare l’approccio alle liti da parte di imprese e consumatori”.
Molte volte il maggior ostacolo all’approccio alla conciliazione è proprio di natura culturale, ma chi si avvicina a questi strumenti ne vede subito ben chiari i vantaggi. Non è un caso che si concludono con una mediazione il 40% delle procedure avviate. Lo scoglio più grande nella maggioranza di casi è la volontà di affidarsi a questo strumento, destinato a rivestire un’importanza sempre maggiore.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*