Visita a Tirana per il sindaco Biffoni che promuoverà il Sì al referendum fra gli italiani in Albania

Il sindaco Matteo Biffoni volerà a Tirana, domani pomeriggio, per una visita istituzionale e per partecipare ad un’iniziativa elettorale organizzata dal locale circolo Pd per promuovere il Si al referendum tra gli italiani residenti in Albania.
La visita è stata organizzata dall’ex assessore comunale pratese Luigi Nidito, da tempo residente in Albania dove è vicepresidente della Camera di Commercio Italiana. Biffoni incontrerà imprenditori, diplomatici e autorità locali, tra cui il sindaco di Tirana. “A Prato la comunità albanese è tra le più nutrite e tanti imprenditori italiani hanno rapporti con l’Albania. Si tratta di un’opportunità importante per avere relazioni più stabili e sarei andato a prescindere dalle questioni legate al referendum” afferma Biffoni, che come altri sindaci è stato chiamato dal Pd nazionale ad un impegno diretto nella campagna per il Sì. “Ho dato disponibilità per le domeniche e per le iniziative serali: il lavoro da sindaco assorbe il resto del tempo” spiega il primo cittadino, che sosterrà in prima persona le spese della trasferta albanese.
Dopo vari appuntamenti in Toscana, una tappa a Modena ed una a Siracusa, prima della chiusura ad Urbino, Biffoni sarà così presente domani sera ad un’iniziativa organizzata dal circolo Pd di Tirana, prima di rientrare, mercoledi pomeriggio, sempre su un volo low cost all’aeroporto di Pisa.
Nelle scorse settimane si è parlato molto della lettera a firma di Matteo Renzi spedita agli italiani all’estero e delle tante iniziative in giro per il mondo a cui hanno partecipato esponenti del Governo; la tappa albanese di Matteo Biffoni è un segno in più dell’importanza del voto estero in questa consultazione elettorale.

3 Commenti

  1. Spero che il viaggio……..lo abbia pagato il PD e non sia a carico dei cittadini Pratesi

  2. @operaio pratese.
    Se hai dei dubbi di aver cotribuito a pagare anche te, chiedi di visionare le ricevute.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*