“Vuoi che i cani entrino ai Gigli?”: scatta il referendum su Facebook

“Vuoi che i cani entrino a I GIGLI?” è questa la domanda del referenDOG indetto nella Repubblica dei Gigli che partirà il 1 dicembre sul proprio canale Facebook. L’argomento è sicuramente di grande interesse e per questo il Centro Commerciale I GIGLI ha deciso di aprire ai suoi visitatori e chiedere loro un parere in previsione del suo ventesimo anno di vita che sarà festeggiato nel 2017. “Crediamo che i tempi siano maturi per poter coinvolgere i nostri clienti in questa importante decisione – dichiara Luca Frigeri direttore del Centro Commerciale –. Da tempo abbiamo allestito un’area esterna dog
friendly, ma siamo sempre stati consapevoli che i padroni preferirebbero fare shopping in galleria con i loro amici a 4 zampe; ovviamente con tutte le precauzioni del caso, come per esempio il guinzaglio. Vedremo l’esito del sondaggio e valuteremo, ad inizio 2017, come operare di conseguenza”. La domanda del referenDOG de I GIGLI sarà semplice ed immediata, chiedendo se si vuole o meno che gli amici a 4 zampe entrino o no nel Centro Commerciale. Si potrà rispondere con un “Sì” o con un “No”.

7 Commenti

  1. I cani possono entrare:
    L’ANCI, Associazione Comuni Italiani ha ribadito che:
    “Vietare l’ingresso ai cani nei locali pubblici e quindi negli esercizi commerciali è illegale.” Infatti il D.P.R. 320/54 Regolamento della polizia veterinaria ammette l’accesso ai cani nei locali pubblici e mezzi di trasporto purché al guinzaglio. Nessun commerciante può vietare l’ingresso ai cani. Se un cittadino si trovasse nella condizione di essere invitato ad uscire da un locale perché in compagnia del proprio 4 zampe può segnalarlo ai vigili urbani i quali si preoccuperanno di far rispettare la legge. Via libera dunque ai cani nei negozi e per gli esercenti che insistono a mettere alla porta i clienti con cane al seguito l’eventualità di una denuncia per mancato rispetto delle disposizioni di legge”.
    1) A parte i negozi di alimentari, cinema e teatri, ospedali (giustamente), posso entrare ovunque (compresi bar e ristoranti) a meno che il gestore non me ne faccia divieto.
    2)Se il gestore non vuole che io entri deve apporre apposito cartello ben visibile all’entrata, diversamente è prevista un’ammenda per lui

  2. Sarebbe molto bello e se sarebbe anche giusto controllare il libretto sanitario prima di farli entrare in quanto molto spesso i padroni dovrebbero avere la morale di essere in regola prima di portare un’animale in luoghi pubblici.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*