Momenti di panico in via Ariosto: 29enne si barrica in un negozio e sfascia il locale. Da alcuni giorni aveva dato segni di squilibrio VIDEO

Momenti di panico in via Ariosto, zona ex Ippodromo, intorno alle 13. Un gio-vane di 29 anni, abitante nella zona, si è barricato in un negozio di parrucchiera, tenendo di fatto in ostaggio la proprietaria. Proprio stamani, nei suoi confronti era previsto un accertamento sanitario obbligatorio. Sul posto sono intervenuti la Polizia Municipale, i Vigili del Fuoco e la Polizia di Stato. Soltanto in seguito all’irruzione dei vigili urbani nel negozio, dopo circa un’ora, la situazione si è ri-solta, per fortuna senza nessuna grave conseguenza per le persone coinvolte.
Il giovane, un ragazzo sportivo, con un lavoro e di buona famiglia, è descritto da vicini e conoscenti come una persona fino a poco tempo fa tranquilla e squisita, da alcuni giorni aveva iniziato a manifestare segnali di disagio psicologico, tanto che il medico aveva chiesto un accertamento sanitario obbligatorio.
Quando il dottore si è presentato nell’abitazione del 29enne per dare seguito alla misura sanitaria, il giovane è corso in strada, ha danneggiato un’auto in sosta e si è barricato nel negozio della parrucchiera, proprio mentre la proprietaria, 64 anni, stava chiudendo la porta d’ingresso all’uscita di una cliente, come faceva sempre, per motivi di sicurezza. In evidente stato confusionale, il giovane ha preso in ostaggio la parrucchiera, più volte spintonandola, e ha iniziato a danneggiare il locale, per poi denudarsi.

Niente hanno potuto, per calmarlo, anche i gestori del vicino laboratorio di pasticceria, che conoscono bene il giovane e alcuni amici, intervenuti sul posto.


Quando la situazione si è fatta particolarmente tesa, i vigili urbani hanno fatto irruzione nel negozio, entrando dai due ingressi, il principale – sfondando la vetrata – e quello sul retro.

Nel video, il momento dell’irruzione

L’uomo è stato immobilizzato grazie all’uso di uno spray urticante al peperoncino. A quel punto gli operatori del 118 hanno eseguito un trattamento sanitario obbligatorio e lo hanno trasportato all’Ospedale Santo Ste-fano. Anche la parrucchiera, in evidente stato di choc, è stata portata per precauzione, in ospedale: le sue condizioni per fortuna non destano preoccupazione. Il giovane potrebbe essere denunciato per sequestro di persona.

L’episodio di oggi è avvenuto a pochi metri di distanza dalla palazzina di via Ariosto dove negli scorsi anni sono avvenuti due terribili fatti di sangue: l’omicidio Sara Baldi da parte del fidanzato Imad Merouane, che si sparò poco dopo, nel luglio 2011, e cinque anni prima l’omicidio di Andrea Marini da parte della moglie Laura Goti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*