Inchiesta baby calciatori, nuove ispezioni della squadra mobile

Prosegue l’inchiesta sul presunto giro di ingressi illegali in Italia di baby calciatori stranieri e frode sportiva che ha coinvolto l’AC Prato. Stamani la squadra mobile si è presentata nella sede del Jolly e Montemurlo, che il prossimo anno militerà in Eccellenza dopo la retrocessione dalla serie D, per verificare l’eventuale tesseramento di giocatori provenienti dall’Africa. La polizia ha acquisito una lettera di invito ad un giovane calciatore ghanese, che però non è mai stato tesserato. Il documento verrà vagliato dalla Procura. Il Jolly e Montemurlo fa sapere che il tentativo di tesseramento è avvenuto nel pieno rispetto delle normative in vigore, ma che poi non è andato a buon fine per il mancato rilascio del visto da parte dell’ambasciata. La società si dichiara totalmente estranea ai fatti. Nessun dirigente risulta iscritto nel registro degli indagati.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*