Legati da una Cintola, un viaggio virtuale all’interno della mostra VIDEO

La grande mostra è stata inaugurata. Già poco dopo il taglio del nastro si è formata una lunga fila di persone per entrare a Palazzo Pretorio e visitare “Legati da una cintola – L’Assunta di Bernardo Daddi e l’identità di una città”. Fino al 14 gennaio 2018 i visitatori potranno ammirare le oltre 60 opere, in gran parte pratesi, di proprietà del museo civico, dei musei della diocesi di Prato, ma anche provenienti da grandi istituzioni culturali internazionali, come i Musei Vaticani e il Metropolitan Museum di New York.

“Legati da una Cintola – L’Assunta di Bernardo Daddi e l’identità di una città” è suddivisa in sette sezioni. Ad aprire il percorso espositivo lo scultore romanico conosciuto come Maestro di Cabestany, con la lunetta realizzata per la chiesa di Cabestany che raffigura la prima attestazione in Occidente della Madonna assunta che dona la Cintola. Punto focale della mostra è la seconda sezione, dove è possibile ammirare nella sua interezza la ricomposizione della Pala di Bernardo Daddi, una delle immagini più prestigiose di tutto il Trecento dedicate all’Assunta e al dono miracoloso della Cintola all’incredulo San Tommaso. Un’opera che è stata smembrata nel corso del tempo, ma che oggi risplende di nuova luce.

Insieme a questa preziosa testimonianza, l’esposizione propone una ricca serie di dipinti, sculture, miniature e oggetti devozionali. Ecco una visita virtuale alla mostra, un documento esclusivo realizzato da Tv Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*