Sit-in dei profughi usciti dai percorsi di accoglienza, Silli: “Altro che protesta, devono rispettare le regole”

“Altro che protesta, chiediamo che le regole vengano fatte rispettare sempre meglio”. Così il responsabile nazionale Immigrazione di Forza Italia, nonché consigliere comunale, Giorgio Silli, commenta la protesta di alcuni migranti (guidati dal Movimento per i rifugiati e da quello per la casa) che ieri hanno improvvisato un sit-in davanti alla sede pratese del progetto Sprar, in via Roma. “Queste persone chiedono proprio ciò che noi vogliamo evitare: più lassismo nelle regole imposte dalla Prefettura agli ospiti delle strutture che li accolgono. E lo fanno parlando di ‘questione di dignità’. Ma nel nostro dizionario la dignità ha come sinonimi il decoro e il riguardo, condizioni che si maturano attraverso il rispetto delle regole date – afferma Silli -. Noi non temiamo di sentirci vicini all’attività irrinunciabile e puntuale dell’ufficio del governo sul territorio, a cui chiediamo di continuare a difendere lo Stato e, non a caso, la nostra dignità. Chi viene espulso da quelle strutture, messe a disposizione apposta per accogliere, non riesce evidentemente a rispettare basilari regole di convivenza, come la frequenza di alcuni corsi che rappresentano la nostra cultura e la nostra lingua” conclude Silli.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*