La pubblicità conviene. Ora di più. Un convegno sugli incentivi fiscali organizzato da Ordine Commercialisti e Tv Prato media lab FOTO e VIDEO

La platea del Convegno "Credito d'imposta"

La pubblicità non è mai stata così conveniente. Grazie infatti agli incentivi fiscali entrati in vigore dal primo gennaio sotto forma di credito d’imposta, gli investimenti pubblicitari su carta stampata (in questo caso nazionale e locale), su radio e tv private locali e su quotidiani on line possono portare ad un recupero fino al 70% della spesa e, nel caso di microimprese e start up, anche del 90%.

Se ne è parlato questo pomeriggio al Palazzo delle Professioni in un convegno organizzato dall’Ordine dei Commercialisti di Prato e da Tv Prato media lab, la divisione di agenzia di comunicazione della nostra emittente. L’iniziativa, che godeva dei crediti formativi per gli associati all’Ordine, è stata introdotta dal presidente Filippo Ravone. Due rappresentanti della Commissione fiscale dei Commercialisti pratesi hanno trattato l’argomento da un punto di vista normativo e tecnico: Gianni Roselli su “Lo stato dell’arte per il credito d’imposta” e Caterina Rossi sugli aspetti fiscali. Tra i vari temi affrontati, è stato chiarito come  gli investimenti devono avere natura incrementale rispetto all’anno 2017, cioè devono superare di almeno l’1% quelli effettuati nell’anno precedente. Molte domande dei presenti hanno riguardato la percentuale del credito d’imposta: Roselli e Rossi hanno chiarito che, se le domande proposte dalle aziende dovessero superare i budget assegnati dal Ministero per questi incentivi, le percentuali potrebbero essere rimodulate. In ogni caso, è stato spiegato, si tratta comunque del momento migliore per investire in pubblicità: un recupero importante delle risorse investite ci sarà comunque.

Ulteriori aspetti, relativi per esempio alla possibilità che anche le aziende che non abbiano avuto alcuna spesa in pubblicità possano rientrare nel meccanismo, saranno meglio chiariti dal regolamento attuativo atteso da tempo.

Di “comunicare voce del verbo intraprendere” ha poi parlato il creativo Tommaso Paolo Vezzosi, consulente di Tv Prato, che ha spiegato gli scenari attuali del mercato pubblicitario a livello nazionale e internazionale. Massimiliano Mati, videografico di Tv Prato, ha portato il caso di studio, tutto pratese, di Peppino Durgoni, una piccola azienda diventata leader nel proprio settore grazie in particolare ad originali.

Alla fine ha portato un saluto anche il nostro direttore Gianni Rossi.

investimenti pubblicitari continuativi nel tempo.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*