Tagli al 5G, Biffoni: “Convocherò tutti i parlamentari pratesi per capire la loro posizione” VIDEO

Un ordine del giorno in consiglio comunale e la convocazione di tutti i parlamentari pratesi. Sono le iniziative che il sindaco Matteo Biffoni ha annunciato di intraprendere all’indomani della comunicazione del Governo della possibilità di ritirare i finanziamenti al 5G. E’ di ieri la nota diffusa dal deputato Pd Antonello Giacomelli nella quale si rendeva noto che il Ministero dello Sviluppo economico ha deciso di destinare altrove i 100 milioni di euro stanziati per le regioni protagoniste della sperimentazione della piattaforma tecnologica. Per Prato si tratta, nella fattispecie, di 15 milioni di euro per la costruzione di un Centro di competenze sull’impresa digitale collegata al 5G, la cui sperimentazione è iniziata nella primavera del 2017. Soldi, quindi, destinati a comuni ed enti pubblici per la messa a punto di progetti concreti a servizio delle piccole e medie imprese del territorio. “Mi auguro si tratti di un malinteso rimediabile”, ha commentato Giacomelli, che da sottosegretario allo Sviluppo economico del governo Gentiloni, si fece promotore della stessa sperimentazione. In attesa di chiarimenti da parte del Governo, Biffoni spiega come si sia già coordinato con i primi cittadini delle altre città italiane coinvolte nel progetto 5G per capire la posizione dei parlamentari eletti nei rispettivi territori:

 

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*