Centrodestra: ufficializzata la candidatura a sindaco di Daniele Spada

La notizia era nell’aria da diversi giorni. Daniele Spada è il candidato a sindaco di Prato del centrodestra. L’ufficialità è arrivata nel pomeriggio al termine del tavolo nazionale tra i vertici di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia – a cui hanno preso parte Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni -, che ha dato il via libera alla candidatura di Spada (alla Lega va anche il candidato sindaco di Firenze, Ubaldo Bocci). La situazione si è sbloccata nelle ultime ore dopo un lungo braccio di ferro tra la Lega, che ha sempre giudicato Spada il candidato ideale, e Forza Italia che invece avrebbe preferito Rita Pieri (capogruppo in consiglio comunale) o un terzo nome.
Daniele Spada, 46 anni, funzionario di Confcommercio Pistoia-Prato, con un passato da consigliere comunale di Forza Italia, rappresenterà dunque il centrodestra alle prossime elezioni amministrative di domenica 26 maggio. Spetterà a lui correre contro il sindaco uscente Matteo Biffoni. “E’ un grande onore e una grande responsabilità. Sono convinto che vinceremo le elezioni e governeremo la città, che sia il 27 maggio o il 10 giugno” ha commentato a caldo Daniele Spada. “E’ vero che la partita si poteva chiudere prima, ma in queste settimane non siamo stati fermi. Abbiamo lavorato a elaborare un programma all’altezza delle sfide che la città ci chiede, selezionando una classe dirigente che saprà governare al meglio per i prossimi cinque-dieci anni” ha aggiunto Spada. “Non sarà una campagna elettorale facile, ma sicuramente sarà in mezzo alla gente, facendo conoscere la squadra e soprattutto il programma e le nostre idee, che sono sicuro conquisteranno la città” ha concluso Spada.

Soddisfazione in casa della Lega. “Lo avevamo detto a suo tempo, oggi finalmente arriva il via libera anche dagli alleati: il centrodestra si compatta su Daniele Spada” afferma il commissario provinciale, Andrea Recaldin. “Non voglio guardar indietro, a quel che è stato o che sarebbe potuto essere: ora dobbiamo impegnarci tutti al massimo delle nostre capacità, pancia a terra, per battere la sinistra. Il 26 Maggio i pratesi ora hanno l’alternativa al fallimento, al degrado, all’insicurezza, e questa alternativa si chiama Daniele Spada” aggiunge Recaldin, che sta lavorando per portare a Prato Matteo Salvini, anche se al momento pare difficile. Lunedì prossimo il leader nazionale del Carroccio sarà a Firenze, alle ore 12, (il luogo non è stato ancora reso noto) per dare il via alla campagna elettorale di Ubaldo Bocci e in quell’occasione annuncerà anche il nome di Spada. La speranza della Lega pratese è di strappare a Salvini una visita lampo in città, ma l’agenda del ministro dell’Interno, fitta di impegni, non aiuta. Del resto la risposta data dalla coordinatrice regionale della Lega, Susanna Ceccardi, a una domanda su Facebook lascia pochi margini: “Salvini lunedì non riesce, ma presenterà Daniele Spada da Firenze” scrive Ceccardi.

Rita Pieri, dal canto suo, interpellata dalla nostra redazione, ha preferito non rilasciare dichiarazioni. A questo punto resta da capire se rispetterà la linea indicata dai vertici nazionali oppure se deciderà di scendere in campo con una sua lista civica.

5 Commenti

  1. Fategli vedere che città morta è diventata Prato con tutti i negozi chiusi e il centro storico morto da tempo senza iniziative e svaghi per i giovani….date un futuro roseo a questa bella città con tanta cultura e arte.

  2. Caro Recaldin da Piove di Sacco, che sei sceso a Prato proclamando la vincita del tuo caldeggiato al primo turno, te ne ritornerai a Piove di Sacco con le pive nel sacco

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*