Controlli municipale: 11 denunce per occupazione abusiva in tre mesi. E in una serata 4 automobilisti prendono multe per 10 mila euro

Undici immobili, sia pubblici sia privati, controllati e altrettante persone denunciate per occupazione abusiva. È il bilancio degli ultimi tre mesi di monitoraggio degli edifici abbandonati da parte del reparto territoriale centro della polizia municipale.
In questo contesto sono stati emanati anche 5 daspo del sindaco con immediato allontanamento in particolare per occupazione con tende in giardini comunali. Per tutte le persone che hanno necessità, il Comune mette a disposizione dormitori e assistenza e i servizi sociali, anche tramite i volontari della ronda Caritas, sono in grado di offrire un posto letto e un pasto caldo.
Fondamentale in questa attività, è stata la collaborazione dei cittadini che hanno segnalato situazioni di occupazione, soprattutto in caso di edifici sottoposti a curatela fallimentare, per i quali la polizia municipale si è adoperata affinchè la proprietà mettesse in sicurezza gli accessi.
Intenso anche il servizio su strada: in una sola serata quattro persone sono state multate in maniera salata. Il primo ad essere fermato, alla rotonda fra la via Paronese e la via Toscana, è stato un cittadino cinese che conduceva un veicolo non revisionato e con bombole GPL scadute e non controllate da oltre 10 anni, che è stato quindi sanzionato per un totale di oltre 600 euro.
Il secondo controllo è stato eseguito in via Fra Bartolomeo su un ciclomotore il cui conducente, cittadino italiano di 40 anni, circolava senza la patente di guida. Dagli accertamenti effettuati dalla pattuglia, è emerso che il soggetto era già stato fermato e multato in precedenza, sempre per guida senza patente. Non solo: dopo ulteriori controlli, gli agenti hanno scoperto che il ciclomotore circolava privo di copertura assicurativa e senza aver effettuato la revisione periodica. L’uomo è stato, pertanto, denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di reiterazione nella guida senza patente ed il ciclomotore sottoposto a sequestro; al conducente è stato infine contestato un verbale perché si è rifiutato, benché fosse tenuto, di assumere la custodia del veicolo sequestrato (art. 213 del codice della strada). Al termine dei controlli, l’uomo si è ritrovato con un procedimento penale a carico ed un totale di oltre 4700 euro di sanzioni amministrative.
La pattuglia ha proseguito i controlli ed in tarda serata ha fermato altri due veicoli, il primo in viale Chang Zhou e il secondo in via Toscana: entrambi i conducenti circolavano nonostante il veicolo fosse sottoposto a fermo fiscale e sono stati sanzionati per un importo di oltre 1900 euro. Uno dei due era anche senza revisione.
Al termine dei controlli notturni, la pattuglia aveva dunque contestato violazioni per un totale di 9.500 euro.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*