Elezioni, la Lega non molla la presa. Recaldin: “Il nostro è un candidato che apre al dialogo col centrodestra”

“Ho apprezzato non poco le parole del deputato forzista Giorgio Silli che, da ottimo conoscitore della politica, ritiene che ormai i tempi siano maturi per sciogliere le riserve. Il nome del candidato della Lega c’è ed è noto”. Il coordinatore provinciale della Lega, Andrea Recaldin, interviene nel dibattito sulla scelta del candidato a sindaco del centrodestra per le prossime amministrative pratesi. Dopo lo sfogo dell’onorevole Silli, che in un post su Facebook ha bacchettato le diverse forze in campo criticando la disputa infinita sul nome da presentare agli elettori, Recaldin prende la parola per ribadire la posizione della Lega e la necessità di chiudere a stretto giro la partita. “Pur essendo indiscutibilmente il primo partito dell’area del centrodestra, val bene la pena di ricordare come questo nome (il riferimento è a Daniele Spada, il profilo scelto dal Carroccio, ndr) non sia affatto di strettissimo rito leghista, ma anzi: nella definizione della scelta, noi abbiamo appositamente mandato un messaggio chiaro ai nostri alleati, sia di partito che delle civiche. Una apertura di credito nei confronti di chi vogliamo sia al nostro fianco in questa campagna elettorale, di fatto, già l’abbiamo fatta. Ora, però, i tempi sono maturi. Sono certo che con Milone e Garnier (che hanno scelto di correre, ciascuno, per la propria lista, ndr) ci ritroveremo al momento del ballottaggio. Nel frattempo – conclude – invito i nostri alleati a seguirci in questa campagna elettorale per risolvere i tanti problemi di questa città”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*