Ignora il provvedimento di chiusura e resta aperto per 3 mesi, scatta il sequestro dell’affittacamere

Ha continuato ad ospitare clienti nonostante il provvedimento di chiusura (e il sequestro per abusi edilizi nel sottotetto) emesso dalla Questura a seguito di un controllo di tre mesi fa. Per questo il titolare di un affittacamere di via Filzi, un cittadino cinese di 55 anni, ha subito multe per seimila euro e il sequestro amministrativo delle sei camere matrimoniali destinate alla clientela. L’uomo è stato inoltre denunciato per aver dato ospitalità a tre connazionali non in regola con il permesso di soggiorno, per inosservanza all’ordine dell’autorità e per non aver comunicato alla Questura i nomi delle persone che hanno alloggiato nell’affittacamere. Denunciati anche i tre stranieri irregolari in Italia, che hanno ricevuto il provvedimento di espulsione con ordine del questore.

Foto di archivio

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*