Il look dei nuovi consiglieri comunali. Tra giacche, cravatte (allentate per l’afa) e accessori moda FOTO

Prima seduta del Consiglio comunale: tempo di discorsi pubblici ma anche di look e scelte in fatto di stile, che spesso rivelano tratti della personalità.

Le donne optano per la rigorosa giacca istituzionale o, in altri casi, per morbidi abiti smanicati, complice la calura estiva, come gli assessori Flora Leoni ed Ilaria Santi.

Outfit minimal per la consigliera 5 Stelle Silvia La Vita, che per la prima seduta pubblica indossa una semplice canotta nera; ancora canotta ma scintillante, con paillets e lustrini, anche per Elena Bartolozzi del Pd.

Sempre tra le fila in rosa del Pd, spicca il look floreale di Paola Tassi, con giacca a stampa multicolore mentre Rosanna Sciumbata della lista Biffoni Sindaco punta su un soprabito-trench chiaro e una particolare cura dell’accessorio.


Stile casual, con maglietta bianca, per la consigliera di origini cinesi Teresa Lin; completo invece business per Eva Betti e Patrizia Ovattoni della Lega. Nero per Betti, blu navy per Ovattoni che in tutti i casi non rinunciano ad un sottogiacca chiaro.


Passando agli uomini, scelta in controtendenza per Marco Curcio del Carroccio, che abbandona la giacca ingessata per una comoda Polo; sportivo, in linea con il profilo da rugbista, Enrico Romei della lista Lo Sport per Prato. Completo e capello di silliana memoria invece per Antonio Nelson Facchi che ricorda vagamente gli anni ’50.

Super eleganti Carmine Maioriello dei pentastellati, ma anche Claudiu Stanasel. Niente di rosa o simili, come invece ci si sarebbe aspettati, per Daniele Spada, che ha incentrato la propria campagna elettorale sul colore fucsia.


E se in sala la temperatura aumenta, via libera alle cravatte allentate. Stavolta, visto il caldo torrido, è andata meglio a chi, per scelta, ha deciso di lasciare la cravatta nell’armadio.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*