La gestione dello storico Bar Magnolfi passa in mano cinese. Ma i titolari rassicurano: “Il Dna del locale non cambierà” VIDEO

La notizia c’è ed è di quelle destinate a far discutere: la gestione del bar Magnolfi passa in mano cinese. Procede infatti a grandi passi la trattativa per cedere la storica attività di piazza San Francesco ad un imprenditore orientale conosciuto in città e già proprietario di un altro importante bar di Prato. A anticiparlo il quotidiano La Nazione nella cronaca locale di oggi.
I contatti tra le due parti sono iniziati mesi fa e l’accordo dovrebbe essere chiuso a breve. Stando alle previsioni, l’attuale bar Magnolfi – gestito da circa 15 anni dai due soci, Andrea Atzori e Giacomo Balli – dovrebbe abbassare il bandone i primi giorni di luglio per lasciare spazio ai cantieri di ristrutturazione, in vista della grande inaugurazione di settembre. Ma la proprietà, che ha deciso di lasciare il posto al giovane manager cinese, tiene a puntualizzare: il dna del bar Magnolfi non cambierà.

Arredamento classico, spazio alla pasticceria fresca e orario prolungato per coprire anche l’ora dell’aperitivo: il nuovo bar Magnolfi continuerà a sfornare i prodotti tipici, dalle ciambelle alle schiacciate croccanti. Al suo posto resterà anche la grande foto in bianco e nero che campeggia all’interno del bar e che immortala un pezzo di storia: l’inaugurazione del locale nel 1926. Un locale che ha accolto nel tempo operai, studenti e personaggi illustri. Il nuovo proprietario potrebbe decidere di mantenere parte degli attuali dipendenti. Intanto i due soci, che lasciano per mettersi in gioco in altri contesti, si preparano a salutare i propri clienti con una festa in programma i primi di luglio.

1 Commento

  1. Quando i pratesi hanno aperto ai cinesi, non avevano valcolato che mentre noi davamo ancora mazzate in testa ai dinosauri, loro avevano già la polvere da sparo!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*