Prato ha tre nuovi sacerdoti, stamani l’ordinazione in Cattedrale FOTO

Giornata di festa per la chiesa di Prato. Questa mattina, solennità dei Santissimi Pietro e Paolo, sono stati ordinati tre nuovi sacerdoti, che hanno risposto “eccomi” alla chiamata espressa dal Vescovo Agostinelli. Silvano Pagliarin, Reji Thomas Vechoor e Alberto Giuseppe Pintus hanno, infatti, ricevuto l’ordinazione per le mani di mons. Franco Agostinelli durante la celebrazione eucaristica iniziata alle ore 10. Con la loro ordinazione sale così a undici il numero dei sacerdoti ordinati da Agostinelli nei suoi sette anni di episcopato.

La celebrazione è stata presieduta da mons. Agostinelli, presenti poi il vescovo di Ozieri mons. Corrado Melis (compagno di seminario di Alberto Pintus), il vescovo emerito di Sagar in India Anthony Chirayath e numerosi sacerdoti e diaconi. Commozione e gioia per i tre nuovi sacerdoti, che hanno ricevuto anche un augurio speciale. Durante l’omelia monsignor Agostinelli ha, infatti, letto un messaggio inviatogli dal vescovo eletto mons. Giovanni Nerbini: “Non abbiate paura di rispondere al Signore che vi chiama, cantando con tutta la vostra vita il vostro ‘eccomi, per sempre’. Incontrerete sul vostro percorso gioie e dolori, ma non sarete mai soli. Sentirete la consolazione della sua presenza e del suo sostegno in una vita pienamente rinnovata e totalmente realizzata”.

 

Il vescovo Agostinelli con, da sinistra: Reji Vechoor, Silvano Pagliarin e Alberto Pintus

 

“Custodite e meditate nel vostro cuore la Parola di cui siete portatori al nostro popolo e mantenete sempre lo spirito del servizio incondizionato al Vangelo e alla comunità – ha detto mons. Franco Agostinelli nel corso dell’omelia -. La regola pastorale del vostro agire che tende alla salus animarum sia sempre illuminata dalla Parola di Dio. Siate la traccia di Dio nella storia delle persone che incontrerete, compagni di cammino, testimoni di speranza e di una vita più grande. Siate misericordiosi, capaci di uno sguardo che illumina, emoziona al bene e libera. Sognate i sogni di Gesù”.

I riti dell’ordinazione hanno previsto come primo segno la vestizione, con la consegna dei paramenti sacerdotali ai tre seminaristi. Poi il Vescovo ha unto le mani dei tre nuovi sacerdoti con il sacro crisma e ha consegnato loro il pane e il vino. Da quel momento possono consacrare l’eucaristia, diventando così preti a tutti gli effetti. La messa si è conclusa con il saluto dei presenti ai neo sacerdoti.

Ricordiamo chi sono. Silvano Pagliarin è originario di Soave, in provincia di Verona e ha 44 anni. Alberto Giuseppe Pintus è nato in Sardegna 56 anni fa e prima di entrare in Seminario ha lavorato a lungo in una cooperativa sociale. Reji Thomas Vechoor, 45 anni, è indiano ed è arrivato in Italia per studiare al collegio Urbaniano a Roma. Tutti e tre hanno completato gli studi nel Seminario di Prato e da oggi sono sacerdoti diocesani.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*