Rifiuti tessili, bocciato l’ordine del giorno di Erica Mazzetti: “Altra opportunità persa per Prato grazie al governo Lega-5 Stelle”

E’ stato bocciato l’ordine del giorno presentato dalla parlamentare pratese di Forza Italia Erica Mazzetti sul tema rifiuti tessili ed economia circolare, un tema caro al distretto produttivo, con le associazioni di categoria che da mesi denunciano l’ambiguità dell’attuale normativa e gli adempimenti complessi ed onerosi per la gestione dei residui di lavorazione. La conversione in legge del decreto Crescita è stato approvato con la fiducia dalla maggioranza Lega-5 Stelle. Maggioranza che ha espresso parere contrario all’ordine del giorno con cui Mazzetti chiedeva di impegnare il governo a “prevedere opportune iniziative normative urgenti in materia di qualifica di sottoprodotti e cessazione della qualifica di rifiuto rendendo chiaro il momento in cui si ha la cessazione della qualifica di rifiuto, per favorire realmente lo sviluppo dell’economia circolare, in particolare quella del settore tessile consentendo a questo importante comparto di poter svolgere l’attività di recupero e riutilizzo di materiali tessili nell’attività produttiva, attingendo in tal modo solo in minima misura alle materie prime”.
“La bocciatura del mio ordine del giorno, che era finalizzato a risolvere il problema dei rifiuti tessili e favorire concretamente lo sviluppo dell’economia circolare, è un’altra opportunità persa per Prato grazie al governo LEGA-M5S” commenta Erica Mazzetti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*