Sanità: all’ospedale scattano il piano ferie e la riduzione dei posti letto, nei presidi territoriali si ampliano gli orari di apertura

Novantuno posti letto in meno nel periodo estivo per l’ospedale Santo Stefano. La Asl Toscana Centro ha fissato, come ogni anno, il piano ferie e la riorganizzazione degli ospedali. A Prato, il taglio massimo sarà del 16%, rispetto ai 567 posti letto disponibili per un bacino di 192.469 residenti in città e provincia.
Le attività interessate dalla riduzione dei posti letto sono: l’area medica, dove si perderanno 28 posti letto; la chirurgia elettiva, ovvero gli interventi chirurgici non urgenti, effettuati in regime di day surgery e week surgery. Un settore chirurgico con 22 posti letto sarà chiuso dal 22 luglio all’8 settembre; un altro settore di chirurgia vedrà il taglio di 7 posti letto a luglio, e di 25 posti letto ad agosto. Subintensiva e cardiologia sono già passati da 20 a 16 posti letto, fino al 22 settembre. Taglio alle degenze anche per neonatologia, pediatria e terapia intensiva neonatale che fino a metà settembre vedranno ridotti da 34 a 26 i posti letto disponibili. Sempre aperti, senza riduzioni vari reparti, fra cui malattie infettive, servizio psichiatrico, osservazione breve intensiva e ostetricia.

Novità in controtendenza per i distretti sanitari: in questo caso saranno estesi, anche durante il periodo estivo, i servizi e gli orari di apertura per le pratiche amministrative come le prenotazioni, la scelta e revoca del medico, il ritiro dei referti, il rilascio di esenzioni e l’attivazione delle tessere sanitarie, ma in alcuni casi anche il ritiro dei risultati dei prelievi del sangue. La Asl ha riorganizzato i servizi di front office, a partire dai presidi di Poggio a Caiano, Carmignano e Prato sud, dove dal prossimo 24 giugno entreranno in funzione i nuovi orari.

Il presidio di Poggio a Caiano (via Giotto,1) sarà aperto anche il lunedì pomeriggio con la seguente articolazione oraria: lunedì 7,30-13,00   14,30-17,30; mercoledì 7,30-13,00; sabato 7,30-13,00.
Un’ apertura in più, il giovedì, anche per il presidio di Carmignano (via Redi, 72) con la seguente nuova organizzazione: martedì 7,30-13,00; giovedì 7,30-13,00 e 14,30-17,30; venerdì 7,30-13,00. In questi orari sarà svolta tutta l’attività amministrativa: dall’iscrizione al servizio sanitario nazionale allo svolgimento delle pratiche per il domicilio sanitario, dagli appuntamenti Cup all’accettazione dei prelievi ematici e relativa consegna della risposta.

L’azione riorganizzativa più consistente ha riguardato il presidio di Prato-sud (via Roma, 427): qui l’incremento è ancora più consistente con aperture di ben oltre nove ore al giorno (dalle 8 alle 17,30), con orario continuato, dal lunedì al venerdì. In questo presidio, oltre allo svolgimento di tutte le procedure amministrative ora si aggiunge la possibilità di ritirare presso gli sportelli del piano terreno, (invece che al 1° piano), la risposta dei prelievi ematici durante l’intero orario di apertura.

“La grande ricchezza di questo nuovo orario, in particolare per i distretti di Poggio e Carmignano – è il commento del direttore della zona-distretto pratese, la dottoressa Lorena Paganelli– consiste non solo nell’ampliamento, ma nel fatto che, per la prima volta, nella nostra Asl venga istituito uno sportello di servizio al cittadino in grado di accogliere, dall’apertura fino alla chiusura, tutte le esigenze dell’utente, dalla pratica amministrativa all’accettazione del prelievo ematico, all’appuntamento Cup, al ritiro del referto, senza che queste pratiche siano costrette in orari specifici e, dunque, limitati”.

L’estensione degli orari riguarderà in futuro anche i distretti di Prato nord, Montemurlo, Vaiano, Cantagallo e Vernio.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*