Spaccia davanti al cimitero di Paperino: arrestato dai carabinieri grazie all’utilizzo del drone

Spacciava davanti al cimitero di Paperino, ma è stato arrestato in flagranza dai carabinieri grazie anche all’utilizzo di un drone, impiegato dai militari per il controllo del territorio. È accaduto ieri sera, quando i carabinieri della stazione di Jolo hanno assistito alla cessione di una dose di cocaina fra il pusher, un cittadino marocchino di 36 anni senza fissa dimora, e un giovane pratese. I militari, che grazie all’utilizzo della tecnologia avevano notato un via vai sospetto nella zona, sono intervenuti a bloccare lo spacciatore, perquisito e trovato in possesso di altre 12 dosi di cocaina, che sono state sequestrate assieme a circa 700 euro in contanti. L’acquirente è stato segnalato alla Prefettura per i provvedimenti amministrativi del caso. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto e applicato il divieto di dimora nel comune di Prato nei confronti del giovane.

1 Commento

  1. sempre troppo indulgenti ecco perchè da tutto il pianeta la delinquenza del mondo approda solo nell’italietta , terra di Pulcinella!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*