Carmignano punta all’ “indifferenziato zero”: da lunedì al via la sostituzione dei bidoni

Dal prossimo 8 luglio Alia Servizi Ambientali SpA e l’Amministrazione comunale di Carmignano mettono in campo nuove azioni per migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti, con lo scopo di realizzare appieno percorsi effettivi di recupero e riciclaggio di materia. Visti, infatti, i buoni risultati raggiunti nel tempo dal Comune di Carmignano e la vocazione spiccatamente turistica dell’area, che motiva la presenza di utenze domestiche, non domestiche ed anche turismo giornaliero, l’Azienda ed il Comune hanno deciso di verificare a campione che cosa ancora viene conferito con il residuo non differenziabile ed agire per ridurlo il più possibile. Le analisi svolte hanno evidenziato che nel residuo urbano residuo (l’indifferenziato) è ancora presente uno scarto pari al 20/25%, composto prevalentemente da rifiuto organico. Evidente, quindi la necessità di Alia Servizi Ambientali SpA e dell’Amministrazione di incentivare una raccolta differenziata più attenta, riducendo le dimensioni del contenitore del residuo non differenziabile, stimolando gli utenti a suddividere con attenzione tutti i materiali riciclabili.

Per questo da lunedì prossimo, 8 luglio, saranno sostituiti i contenitori del residuo non differenziabile in dotazione alle utenze domestiche fino a due componenti. Per quanto riguarda le utenze non domestiche (bar e ristoranti), rimarranno loro in uso gli attuali contenitori, ma Alia e il Comune inviteranno ad un’attenzione maggiore alla differenziazione dei rifiuti nel front office, per cui saranno distribuiti ai commercianti adesivi che, apposti sui diversi bidoni, faranno in modo che anche i clienti degli esercizi gettino i rifiuti correttamente. Per tutto il mese di luglio, fino ad inizio agosto, informatori di Alia Servizi Ambientali S.p.A, dotati di apposito tesserino di riconoscimento, si presenteranno al domicilio degli utenti interessati dalla sostituzione; per bar e ristoranti è stata organizzata una consulenza in cucina, ma anche “fronte bancone” per ricordare a tutti qual è la corretta separazione dei materiali. L’Azienda ricorda che gli incaricati non sono autorizzati a chiedere o ricevere denaro in quanto la consegna del materiale è gratuita e, in nessun caso, sarà necessario l’ingresso degli addetti all’interno delle abitazioni. Qualora gli utenti interessati non vengano trovati in casa, verrà lasciato loro un avviso con le indicazioni per il ritiro del materiale.

“Prosegue la collaborazione tra l’Amministrazione e Alia per trovare le modalità necessarie per migliorare da un punto di vista quantitativo e qualitativo la raccolta differenziata nel territorio comunale di Carmignano – ha commentato il Sindaco Edoardo Prestanti -. Ci focalizzeremo ora sulle utenze commerciali e su quelle domestiche con la sostituzione dei bidoni della raccolta del residuo, oltre che su campagne informative mirate. Migliorando il servizio e quindi la raccolta differenziata, diminuisce poi anche la tariffa sui rifiuti. In quest’ottica prosegue, infatti, il percorso intrapreso lo scorso anno “Se sale la raccolta la spesa scende”, volto a ridurre la tassa sui rifiuti in percentuale pari all’aumento della differenziata. Già per questo anno, grazie a questo nuovo incentivo, è infatti diminuita del 3.5% la tariffa. L’obiettivo è di proseguire su questa strada”.

Nel Comune di Carmignano la raccolta differenziata ha ottenuto nel tempo buoni risultati. Nel 2017, infatti, la raccolta differenziata si è attestata al 72,28%, facendo registrare un incremento di quasi quattro punti percentuali rispetto al 2016, che si era giusto al 68,30%. Nel 2018, l’anno si è chiuso con le raccolte differenziate dei rifiuti al 76,09% ed i primi mesi del 2019 stanno confermando gli andamenti sopra descritti. In questo contesto, il Comune di Carmignano nel 2018 aveva deliberato una formula di riduzione tariffaria in percentuale pari all’aumento delle raccolte differenziate, quasi una “premialità collettiva” per i cittadini. Tale incentivo e gli andamenti positivi delle raccolte, hanno permesso per il 2019 la diminuzione di una piccola percentuale della tariffa. Procedimento che verrà adottato anche quest’anno. Innescato il “percorso virtuoso”, è dunque necessario proseguire sulla stessa strada.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*