Nuove aule per il Liceo Livi: saranno realizzate nel “Rodarino” entro settembre

Sei nuove aule per gli studenti in vista del nuovo anno scolastico. Gli spazi saranno ricavati all’interno della struttura del “Rodarino” situata in via Galcianese e consentiranno di accogliere alcune classi del Liceo Scientifico Livi di Prato. L’intervento sull’immobile, messo a disposizione dal Comune di Prato, si inserisce nel quadro di una serie di iniziative predisposte dalla Provincia per garantire un’adeguata sistemazione agli studenti degli istituti secondari, il cui numero, secondo le stime attuali, è destinato a crescere.
Questo intervento rientra infatti in un’azione complessiva e strategica che ha l’obiettivo di superare la questione della carenza degli spazi scolastici. L’allestimento delle nuove sei aule, che nell’immediatezza servirà a rispondere a una fase emergenziale, è un tassello di un più ampio “Piano scuola” che sarà presentato entro la fine del mese di luglio, con il quale l’amministrazione provinciale intende risolvere in maniera definitiva il nodo della mancanza di aule, anche per gli anni a venire.
“Il progressivo incremento della popolazione scolastica – dichiara il presidente della Provincia di Prato Francesco Puggelli – è segno di una comunità indubbiamente dinamica e in costante crescita e di un’offerta formativa di alta qualità, che come amministrazione provinciale vogliamo sostenere e incentivare attraverso opportuni interventi di edilizia scolastica. Per questo motivo ci siamo attivati in modo da predisporre tutte le misure necessarie in modo da garantire agli studenti un’adeguata sistemazione già entro settembre, e favorire un sereno avvio di anno scolastico.”
A seguito del sopralluogo effettuato nei giorni scorsi dal personale tecnico della Provincia, durante il quale è stata fatta un’intera ricognizione dello stato dell’immobile, sono stati individuati gli spazi che ospiteranno le sei aule e i relativi servizi. I lavori previsti riguarderanno alcuni interventi di manutenzione straordinaria agli impianti, tra cui l’installazione di fancoil per il riscaldamento e il raffreddamento dell’aria. Oltre a ciò la Provincia ha provveduto anche all’allestimento delle aule, con l’acquisto degli arredi e della strumentazione didattica e alla sistemazione dei servizi igienici.
Gli interventi avranno inizio non appena saranno espletate le necessarie procedure amministrative e termineranno entro settembre, in modo da garantire agli studenti di poter iniziare il nuovo anno scolastico già nelle nuove strutture.

1 Commento

  1. Ci dev’essere un errore… il Marconi è la scuola che da diversi anni soffre per carenza di aule.. per il prossim’anno è la scuola che ha registrato il maggior incremento di studenti…mancheranno quindi più aule rispetto allo scorso anno… (senza contare che è l’unica scuola di Prato senza una palestra!) e le aule che vengono messe a disposizione accanto al Marconi a chi vanno..? Al Livi???
    O c’è un errore nell’articolo o la cosa è inspiegabile… si vuol smantellare l’unica scuola di Prato che riesce ad incontrare la domanda di lavoro da parte delle aziende?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*