Stop ai tavolini in via Santa Trinita, anzi no: l’opposizione attacca, il Comune fa un mezzo passo indietro

spada

“Si ferma la movida?”. Così Daniele Spada (capogruppo in consiglio di Daniele Spada Sindaco) commenta sulla sua pagina Facebook la decisione di ieri degli uffici tecnici comunali di revocare il permesso per collocare all’esterno i tavolini a due esercenti di via Santa Trinita, l’Osteria su Santa Trinita e l’Orto di Nenè. Spada dichiara di aver già pronta una mozione per la prossima seduta del consiglio comunale, che si svolgerà il 31 luglio. Nel testo della mozione si chiede quale sia “l’intenzione di questa amministrazione: quella di favorire il lavoro e lo sviluppo dei locali in centro storico oppure quello di mettere un freno a tali attività”. Il capogruppo ed ex candidato a sindaco del centrodestra ritiene che “non possano sussistere questioni di sicurezza in quanto già da anni i tavolini sono presenti” e propone di incrementare, piuttosto, i controlli della Polizia municipale in orario serale e notturno per le vie del centro storico e di provvedere alla pedonalizzazione dei mesi estivi anche di via Santa Trinita, in maniera analoga allo scorso anno.
Nella giornata di oggi, giovedì 25 luglio, il Comune ha fatto però un parziale passo indietro rispetto al comunicato diramato dagli uffici comunali: i tavolini possono continuare a stare fuori sul lato di via Santa Trinita in cui sorgono i locali e, per quanto riguarda il lato opposto, possono essere collocati sul marciapiede. “Si è trattato di una comunicazione puramente tecnica ed essendo il tema a metà tra lo sviluppo economico e la mobilità, gli uffici non mi hanno informata personalmente”, spiega l’assessore comunale allo Sviluppo economico Benedetta Squittieri, che riferisce di essere stata contattata da uno dei due esercenti a cui il divieto era stato notificato, ovvero l’Osteria su Santa Trinita. “La soluzione di mettere i tavolini sul marciapiede opposto a dove sorgono i locali mette insieme sia la questione della sicurezza che quella della mobilità”, continua Squittieri, che ammette: “La pedonalizzazione di via Santa Trinita è un’ipotesi in discussione, ma abbiamo intanto pensato di dare agli esercenti la soluzione più rapida possibile”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*