Strade piene per “A spasso con l’Oste”. In migliaia alla festa per eccellenza dell’estate montemurlese FOTO

Sono state migliaia le persone che ieri sera, lunedì 1 luglio, hanno affollato le strade di “A spasso con l’Oste”, la manifestazione eno-gastronimca che ancora una volta, dopo ben 15 edizioni, conferma il proprio successo.

Difficile dare numeri precisi sulle presenze, ma per capire la riuscita dell’evento basta affidarsi al racconto di chi la serata l’ha vissuta. Già dalle ore 20 piazza Amendola, via Oste, via Venezia erano piene di persone, giunte a Oste per cenare in strada e trascorrere una serata di allegria e socialità. Una folla gioiosa che ha invaso il percorso fatto di bancarelle e stand gastronomici, trattenendosi a chiacchierare e a gustare qualche specialità, dalla pasta fresca alle fritture di pesce, dalla schiacciata ripiena alla pizza, dalle grigliate ai panini farciti e tantissimo altro ancora. Perché alla fine la formula vincente di questa manifestazione è racchiusa in pochi elementi: buon cibo, musica e la gioia di incontrarsi e stare insieme. Anche quest’anno sono state tantissime le persone giunte da fuori Comune (Firenze, Prato, Agliana, Quarrata, Montale, Pistoia, dalla Val Bisenzio) per vivere la festa che più di ogni altra rappresenta la “movida in salsa montemurlese”. E sono tanti i montemurlesi che per vari motivi abitano lontano e che prendono le ferie in questo periodo per partecipare per rientrare a Montemurlo e rivedere, in una sola sera, amici e parenti, perché “A spasso con l’Oste” ci vanno proprio tutti. Una festa intergenerazionale capace di unire bambini, tantissimi giovani, adulti e anziani, famiglie. « Una festa che racchiude il proprio segreto nella gioia d’incontrarsi e di stare insieme e che ogni anno cresce, portando la sua fama a superare i confini di Montemurlo», osserva il sindaco Simone Calamai.


Tantissime persone in strada ma nessun tipo di problema di ordine pubblico. Grazie ad un lavoro di squadra tutto è filato liscio anche sotto il punto di vista della sicurezza. In campo una piccola task force composta da carabinieri, polizia municipale, vigili del fuoco, steward e vari presidi di assistenza medico-sanitaria curati dalle associazioni locali. Su disposizione del sindaco, niente vetro, lattine e super alcolici lungo il percorso, tanto che il Comitato Noi Insieme si è adeguato e, al posto dei vini che vendeva al proprio stand fino all’anno scorso, ha messo una grande torta celebrativa del 15esimo traguardo tagliato dalla manifestazione. A brindare a questo speciale “compleanno”, insieme al Comitato Noi Insieme, alla Proloco e al Gruppo storico, c’erano il sindaco Simone Calamai, l’assessore alla promozione del territorio, Giuseppe Forastiero, il sindaco di Bovino Vincenzo Nunno (gemellato con Montemurlo dal 2006) e la giunta comunale di Montemurlo.


«Il giorno dopo “A spasso con l’Oste” la stanchezza si fa sentire, ma c’è anche tanta soddisfazione per la buona riuscita dell’evento. – racconta Lorenzo Scrozzo, presidente del Comitato Noi Insieme – Abbiamo bissato il successo dello scorso anno e i riscontri della gente e dei commercianti sono ottimi. Qui da noi funziona il passaparola e sono gli stessi partecipanti che ci fanno pubblicità di anno in anno, portandosi dietro sempre più persone. L’esito della serata ci ha ripagato di tutti gli sforzi organizzativi e per questo vorrei ringraziare la grande squadra dei volontari che hanno lavorato affinché tutto andasse per il meglio». Anche l’ assessore alla promozione del territorio, Giuseppe Forastiero, ha voluto spendere parole per la buona riuscita della festa:« Il bilancio di A spasso con l’Oste 2019 ancora una volta non può che essere positivo. Tutto è andato per il meglio e dobbiamo ringraziare le associazioni di volontariato, le forze dell’ordine e tutto il personale impegnato per garantire la buona riuscita di questa serata di festa, dietro alla quale stanno tanti mesi di lavoro e d’impegno». Tra i vari stand è stato letteralmente preso d’assolto da bambini- e non solo- quello allestito da distaccamento di Montemurlo dei Vigili del Fuoco, che hanno approfittato della serata per far conoscere alla cittadinanza il proprio lavoro a favore della sicurezza. In mostra c’era il camion cisterna usato per intervenire sugli incendi e i vari strumenti di lavoro per far fronte alle varie emergenze alle quali i Vigili del Fuoco con grande professionalità fanno sempre fronte e in tanti ne hanno approfittato per salire sul camion e farsi una bella foto ricordo. Sempre molto apprezzati anche i punti musica e gli stand delle palestre, delle scuole di ballo e delle associazioni sportive come l’asd Corallo che ha portato in strada alcune delle sue migliori atlete . Ad immortalare la serata erano presenti il fotografo Stefano Nannucci di Oste che ha curato le foto “in cornice” di “Facce di A spasso con l’Oste”, mentre a documentare la serata c’era il Gruppo Zoom zoom. Tutte le foto si potranno rivedere su Facebook di “A spasso con l’Oste” e si potranno ricondividere.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*