Dopo anni di maltrattamenti chiama la polizia e fa arrestare il marito violento

Tentata violenza sessuale aggravata nei confronti della moglie, maltrattamenti in famiglia e minacce di morte alla consorte e ai suoi familiari residenti in Cina. Sono le accuse che hanno portato all’arresto di un 34enne cinese residente in via Pistoiese. E’ stata la stessa donna, una cinese di 30 anni residente in città, a denunciare i fatti con l’aiuto di un interprete. Stanca dei continui soprusi e delle violenze, ieri si è recata in questura, riferendo che la condotta violenta andava avanti dal 2013. Oltre alla moglie il 34enne avrebbe avuto comportamenti violenti anche nei confronti del figlio di 6 anni. Proprio per proteggere il bambino la donna lo aveva portato dai nonni in Cina per evitare che potesse incorrere nelle ire del padre.
Quando la scorsa notte il marito ha rimesso in atto i comportamenti violenti, la 30enne ha contattato un connazionale pregandolo di allertare la polizia. Giunti sul posto gli agenti hanno verificato i fatti, arrestando l’uomo che è stato portato in carcere.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*