Assedio alla Villa, scattano i controlli con l’etilometro

In vista della manifestazione folkloristica ed enogastronomica “Assedio alla Villa”, in programma a Poggio a Caiano dal 13 al 15 settembre, la Questura di Prato ha predisposto una serie di posti di controllo per contrastare la guida in stato di ebbrezza.
I controlli verranno eseguiti in collaborazione con la polizia stradale lungo le principali direttrici che confluiscono nell’area urbana della manifestazione, che solitamente richiama migliaia di persone. Con l’utilizzo dell’etilometro verrà verificato che il tasso alcolemico delle persone alla guida sia nella norma.

La Pro Loco di Poggio a Caiano, associazione organizzatrice della manifestazione, esprime la sua approvazione nei confronti dell’attività della polizia, ribadendo la propria attenzione al tema della sicurezza. «La sicurezza di chi partecipa all’evento per noi è fondamentale – afferma la Pro Loco –. Si tratta di una festa, cioè un momento per stare insieme in armonia, e vogliamo perciò che chiunque venga a trovarci trascorra una bella serata, senza alcun rischio per l’incolumità propria o altrui. È per questo che ogni anno ci adoperiamo con ogni mezzo possibile, grazie anche al supporto delle numerose associazioni di volontariato – in particolare l’Associazione nazionale carabinieri, la Vab e la Misericordia – e della polizia municipale, unitamente alle altre forze dell’ordine, affinché tutto si svolga per il meglio, in un clima di serenità. Siamo convinti che il vino debba essere un piacere, non un oggetto di abuso. Perciò invitiamo tutti a bere responsabilmente, invito che abbiamo inserito anche nella cartellonistica nell’area della festa. Ci teniamo inoltre a sottolineare – aggiunge l’associazione turistica – come l’Assedio alla Villa, oltre a mantenere il tradizionale legame con l’uva e il periodo della vendemmia, è una manifestazione dal forte contenuto culturale, che intende valorizzare le tradizioni e le bellezze artistiche e storiche del nostro territorio. Non a caso quest’anno è dedicata a due personaggi importanti come Leonardo da Vinci e Cosimo I de’ Medici e, sempre non a casa, ha ottenuto anche il riconoscimento del Mibac».

Sulla questione della sicurezza interviene anche il sindaco di Poggio a Caiano Francesco Puggelli: «Facciamo sempre il massimo per poter garantire a tutti di potersi divertire in grande tranquillità – afferma –. L’Assedio che vogliamo è infatti una festa all’insegna del divertimento sano, non dello sballo senza regole».

Tra le altre misure di sicurezza, nell’area della festa non saranno servite bevande in bottiglie o bicchieri di vetro, e non sarà consentito introdurre bombolette spray a base di peperoncino. Come previsto dalla legge, sono inoltre state collocate barriere in cemento antiterrorismo.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*