E’ il rione Celeste il vincitore del San Michele 2019. Ai Bianchi il Palio dei Ciuchi FOTO

Dopo il trionfo dell’anno scorso, è di nuovo Celeste il colore della festa di San Michele. È infatti il rione Celeste il vincitore dell’edizione 2019 della manifestazione per le sfilate del Teatro in strada, mentre a trionfare nel Palio dei ciuchi è stato il rione Bianco. I due rioni vincitori sono stati proclamati e premiati questa sera, domenica 29 settembre, in piazza Vittorio Emanuele II, a conclusione della terza giornata della festa.

Il rione Celeste porta a casa la vittoria grazie alla sfilata del titolo “Oltre ogni singola nuvola”: con la regia di Carolina Fanelli (che aveva firmato anche la sfilata vincitrice dell’anno scorso), la rappresentazione racconta l’amicizia tra Cosimo II de’ Medici e Galileo Galilei, che fu suo tutore nella villa di Artimino, per celebrare, passando per la Santa Inquisizione e la condanna subita dallo scienziato, il valore del sapere e della libertà di pensiero.

«Questa vittoria è arrivata con un bel testa a testa – commenta il caporione dei Celesti Giovanni Nunziati –, segno che il San Michele ha raggiunto dei livelli di qualità importanti. Eravamo stati noi 10 anni fa gli ultimi a vincere il Trofeo per due anni consecutivi (2008 e 2009) e raggiungere di nuovo questo grande risultato è davvero importante per tutti noi, per chi lavora tutto l’anno con il cuore per dar vita alla sfilata. Siamo un grande gruppo, un grande rione».

Va quindi ai Celesti il Trofeo raffigurante San Michele, offerto dall’Antica Osteria dei Mercanti. Il rione vincitore ha totalizzato 54 punti, assegnati dalla giuria, composta da 15 esperti del mondo dello spettacolo, presente a rotazione nella tre giorni della manifestazione. Secondo,a ruota, con soli 2 punti di distacco, il rione Bianco, a quota 52 punti, che ha messo in scena “Come una piuma”, per la regia di Simone Spinelli, la storia di di Farhad Moshi, richiedente asilo ospitato a Carmignano, raccontata attraverso quella di Pinocchio. Al terzo posto, con 33 punti, il rione Verde, che ha presentato “Gocce di resina”, diretto dal regista Riccardo Giannini, storia vera di un bambino di Seano costretto in stato semi-vegetativo e del libro pop-up scritto dal suo papà, spunto per riflettere sulla disabilità. Quarto con 26 punti il rione Giallo, che ha portato in piazza “Ultima fermata: Carmignano”, con la regia di Massimo Bonechi: siamo nel 2059 e un giovane rimasto bloccato per caso a Carmignano ne rivive la storia, aprendo una riflessione sul futuro.

«Tutte e quattro le sfilate sono state di un livello molto alto – commenta la presidente del Comitato organizzatore Silvia Borsi –. Al di là della classifica, la cosa che mi ha colpito di più di questa edizione è stata vedere i giurati emozionarsi, perché hanno “sentito” le sfilate sulla propria pelle. È una cosa bellissima».


La giuria dei 15 esperti del mondo dello spettacolo chiamati a dare i loro voti per il teatro in strada del San Michele 2019 era composta da: la costumista Daniela Simeone, lo scenografo Simone Dini Gandini, il ballerino e musicista Luigi Panico, l’attore Francesco Bargi, la fotografa Maria Angela Ciucci, la docente di storia del teatro Maria Nunziata Parrinello, il giornalista e direttore artistico Giuseppe Bini, la docente di storia dell’arte Immacolata Agnoli, l’attrice Sara Mazzoncini, il regista e organizzatore di eventi Angelo Biondi, la costumista, attrice e cantante Rossella Palmegiani, l’attrice Antonella Lucii, i registi, attori e insegnanti di recitazione Roberto Corso e Michele Cariello, il docente di storia dell’arte Domenico Troiani.

«Una miscela ben calibrata tra regia, soggetto, costumi e coreografia – riporta uno dei giudizi espressi dai giurati sulla sfilata del rione vincitore, il Celeste – Suggestivi gli effetti di colore. Notevole».

A portare a casa il Palio dei ciuchi è stato invece, come dicevamo, il rione Bianco. Decisiva l’ultima sfida, quella di stasera: ben tre rioni (Bianco, Celeste e Verde) erano infatti a quota 6 punti. Il fantino Bianco, Francesco Risaliti, con la volata finale, è riuscito però a portare a casa nelle tre gare 10 punti, che gli sono valsi la vittoria del Palio. Al secondo posto, di un soffio, il rione Celeste, con 9 punti, conquistati dal fantino Aurelio Nencini, seguito in terza posizione da Loriano Bargagli del rione Verde, a quota 8 punti. Quarto in classifica il rione G, con 3 punti, totalizzati dal fantino Lorenzo Cappellini.

«È stata un’edizione bellissima – ha commentato il sindaco di Carmignano Edoardo Prestanti –. Le quattro sfilate come ogni anno hanno onorato la manifestazione e dato lustro a Carmignano. Al di là del risultato della gara, a vincere è tutto il territorio».

Estratti anche i biglietti vincenti della lotteria del San Michele 2019: il primo premio va al numero 66, il secondo al 98 e il terzo al numero 37, il cui ricavato va interamente a Fondazione Ami Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*