“Pedalando per la ricerca”, i campioni del ciclismo fanno tappa a Prato a sostegno della ricerca contro la fibrosi cistica

Presentata l’8° edizione di “Pedalando per la ricerca”, una manifestazione per accrescere la conoscenza nei confronti della malattia genetica grave più diffusa, che interessa oltre 2 milioni e mezzo di portatori sani (1 persona ogni 25) in grado di trasmettere la malattia ai propri figli. Erano presenti il sindaco Matteo Biffoni, l’assessore allo Sport Luca Vannucci, il presidente del Csi Vinicio Pagli, il delegato Uisp Gianpaolo Mancini e i volontari della Fondazione Ricerca fibrosi cistica che hanno organizzato l’evento per Prato.

“È con piacere e orgoglio che ospitiamo un tappa di un movimento sportivo e ciclistico – ha dichiarato l’assessore allo Sport Luca Vannucci -, che aiuta la ricerca contro la fibrosi cistica. Questo è il miglior modo per far arrivare alle persone il messaggio di quanto è importante dare dei piccoli contributi per sconfiggere certe patologie. Come città siamo orgogliosi di partecipare a questo tour, che parte dall’Umbria e arriva in Toscana, perché unisce molti territori e da la possibilità di mostrare quello che abbiamo di bello in Italia”.

Quest’anno l’evento sosterrà il progetto “Task Force for Cystic Fibrosis” che ha come obiettivo principale lo sviluppo di farmaci che correggano e arrestino il deterioramento degli organi coinvolti nella patologia.

Alla manifestazione, che partirà il 2 ottobre da Perugia e si concluderà il 5 ottobre a Firenze, parteciperà Matteo Marzotto, Presidente della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus, affiancato dai grandi campioni del ciclismo italiano come: Paolo Bettini, Davide Cassani e Mario Cipollini e con i fedelissimi, Iader Fabbri, Max Lelli e Fabrizio Macchi e il giovane testimonial Edoardo Hensemberger. Ad ogni tappa i campioni del ciclismo italiano incontreranno i cittadini, i volontari locali e i numerosi appassionati, che avranno l’opportunità di unirsi al gruppo per percorrere insieme parte del tragitto.

L’evento arriverà in Toscana sabato 5 ottobre. Partirà da Lucca per proseguire verso lo stabilimento termale Tettuccio di Montecatini Terme per passare poi da Pistoia e Prato, alle 14:30 circa in piazza del Comune, dove ci sarà il saluto da parte dei volontari della delegazione. Per concludere l’ultima tappa sarà a San Casciano Val di Pesa dove, in serata, si svolgeranno i festeggiamenti conclusivi dell’avventura sportiva con una speciale charity dinner nella Limonaia di Palazzo Corsini al Prato.

Infine, domenica 6 ottobre il Bike Tour si chiuderà con la visita istituzionale del presidente Matteo Marzotto all’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer di Firenze accompagnato dal responsabile, dottor Giovanni Taccetti, e dal direttore generale Alberto Zanobini.

Per sostenere la ricerca ad ogni tappa ci saranno degli stand con i gadget e i ciclamini della ricerca e ci sarà anche la possibilità di iscriversi alla pedalata e di fare delle donazioni volontarie. La raccolta fondi sarà attiva per tutta la durata dell’evento.

A concludere la conferenza stampa il Sindaco Matteo Biffoni, “Siamo stati felici di accettare l’invito a far arrivare anche a Prato questa manifestazione sportiva per due motivi: il primo è quello di sensibilizzare sulla ricerca e dare la possibilità ai nostri ricercatori di avere gli strumenti per contrastare la fibrosi cistica. Mentre il secondo è quello di sostenere un bel momento di sport dove saranno ospiti anche i grandi del ciclismo italiano”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*