“Festival dei cinque cerchi”: al grande evento tra sport e cultura anche Del Piero e la ct della nazionale di calcio femminile Bertolini VIDEO

Il titolo c’è, e il sottotitolo pure: il grande evento tra sport e cultura che si terrà a Prato tra il 7 e il 10 maggio 2020 si chiamerà “Festival dei cinque cerchi”. Ad anticiparne i dettagli ai microfoni di Tv Prato è l’assessore comunale al Turismo Lorenzo Marchi: “Sarà un evento di respiro sicuramente nazionale – spiega Marchi – il cui obiettivo è quello di far conoscere a tutti la nostra città, che non ha niente da invidiare a Lucca o a Pistoia”. Le forme e le modalità si svolgimento sono già nel titolo: la peculiarità sarà proprio quella dell’incontro con vari personaggi. Hanno già confermato la loro presenza l’ex capitano della Juventus Alessandro Del Piero, a cui sarà affidata la chiusura della kermesse il 10 maggio, e la ct della nazionale di calcio femminile Milena Bertolini. Ma sarà presente anche Federico Buffa, che racconterà la storia del campione pratese Juri Chechi. La cornice privilegiata di questi incontri sarà piazza delle Carceri, in pieno centro storico, dove sarà allestito una sorta di palcoscenico permanente, circondato da campi di minibasket e calcetto, per far divertire i più piccoli. Oltre alla parte più propriamente “convegnistica”, infatti, l’altra cifra stilistica si sostanzierà proprio  nell’evento sportivo. Si sta pensando ad un’amichevole tra la nazionale italiana di calcio a 5 e la nazionale o di Portogallo o Argentina o Spagna, da disputare al palazzetto dello Sport, e ad un’amichevole di rugby under 18 al Chersoni di Iolo.
Il titolo “Festival dei cinque cerchi” strizza ovviamente l’occhio alle Olimpiadi: “Quest’anno ci vogliamo collegare all’appuntamento delle Olimpiadi di Tokyo dell’estate 2020, ma anche alla notizia che sta girando negli ultimi giorni dell’idea di organizzare i Giochi Olimpici del 2032 a Firenze e a Bologna. La strada è lunga, ma nel caso in cui dovesse concretizzarsi, Prato dovrà giocare un ruolo fondamentale come anello di congiunzione tra quelle due città. E anche in questa fase non può esimersi dall’essere presente ai tavoli delle trattative” conclude Marchi.

 

Ascolta l’intervista all’assessore comunale al Turismo Lorenzo Marchi

 

 

I finanziamenti all’evento coinvolgeranno soggetti sia privati che pubblici. Sono state per il momento reperite sponsorizzazioni di privati per una cifra pari a 25mila euro. “Per organizzare in maniera eccellente un evento di questa portata occorrono almeno 150mila euro. Quando avremo stilato il programma nella sua interezza, lo presenteremo alla Regione sperando che faccia la sua parte. Per Prato è fondamentale”, conclude Marchi.

 

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*