Terza vittoria consecutiva per il Prato che espugna il campo della Lavagnese per 1-2

Terza vittoria consecutiva per il Prato che supera in trasferta la Lavagnese per 1-2. Una vittoria in rimonta per la squadra di Vincenzo Esposito che ha confermato tutte le proprie potenzialità e si attestata al secondo posto in classifica. Partita subito in salita per il Prato che subisce al 2′ il vantaggio della Lavagnese con il sigillo di El Hadi. La reazione del Prato è veemente e sforna azioni offensive in serie, andando vicino alla rete prima con Tomi, poi con Carli e successivamente con Cellini. La meritata rete del pareggio arriva al 42′ grazie a Fofana. Il primo tempo si chiude 1-1.

Nella ripresa il Prato continua a premere e al 55′ è Cellini a trovare il guizzo per portare avanti il Prato. La squadra di Vincenzo Esposito entra in gestione della partita e porta casa, la terza vittoria consecutiva, la seconda in trasferta e mette nel carniere il quarto risultato utile consecutivo. Il Prato viaggia a mille.

Lavagnese-Prato 1-2

LAVAGNESE: Nassano, Casagrande, Oneto, Avellino, Bagnato, Queirolo, Perasso, Basso, El Hadi Katim, Di Pietro, Oneto. A disp.: Migliorati, Bacigalupo, La Monica, Di Vittorio, Alluci, Biancato, Bonaventura, Bellucci, Righetti. All.: Nucera Giovanni
PRATO: Bagheria, Gentili, Tomi, Ghini (39′ st Diarrassouba), Giampa, Diana, Carli, Mariani (1’st Gargiulo), Cellini (23′ st Fanucchi), Kouassi ( 23′ st Cecchi), Fofana ( 37′ Surraco). A disp.: Piretro, Cecchi, Scianname, Regoli, Gargiulo, Nannini, Surraco Lame, Diarrassouba, Fanucchi. All.: Esposito Vincenzo

ARBITRO: Pacella di Roma
RETI: 2° El Hadi Katim, 42° Fofana, 55° Cellini

1 Commento

  1. Certamente il Prato così attrezzato si autocandida per essere il più accreditato alla vittoria finale. Anche se il campionato è lungo, la squadra in tutti reparti comincia ad ingranare ed imporre quasi sempre il suo gioco. Non è il momento ma tra qualche mese saremmo chiamati a chiederci del suo futuro, al suo eventuale patron, quale stadio, quanti tifosi saranno pronti a seguirlo tra i professionisti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*