Truffa ai danni di due imprenditrici, commercialista di Viareggio arrestata dalla Gdf di Prato

Truffa pluriaggravata e falso: sono i reati che hanno portato all’arresto di una commercialista di Viareggio, colta in flagranza dalla Guardia di Finanza di Prato. Ad essere raggirate, due donne di origine cinese, domiciliate a Prato e Firenze, che si erano rivolte alla professionista per istituire due distinti ricorsi, presso le Commissioni Tributarie provinciali, contro alcune cartelle esattoriali emesse nei loro confronti dall’Agenzia delle Entrate. Si tratta di una imprenditrice e di una commerciante. La commercialista però ha artefatto le due ordinanze, raggirando le clienti e convincendole a versarle ingenti somme di denaro, per un totale di quasi 73mila euro, a titolo di inesistenti “conciliazioni” con l’erario. Le due donne cinesi, insospettite, hanno presentato denuncia alla Procura di Prato. Le indagini hanno smascherato la truffatrice, colta in flagrante dalla Guardia di Finanza mentre riceveva una prima tranche del denaro chiesto in modo illecito (circa 52mila euro in assegni bancari). La donna è stata arrestata e successivamente sottoposta agli arresti domiciliari.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*