E’ morto Nanni Galli, ex pilota di Formula Uno e imprenditore. In Duomo l’ultimo saluto

Lutto nel mondo dello sport e dell’imprenditoria. Nella giornata di sabato è deceduto a Prato, dopo una lunga malattia, Nanni Galli, ex pilota di Formula Uno e imprenditore (nella foto a sinistra, durante un’intervista del 2014, ospite della trasmissione di Tv Prato “Un caffè con Duccio”, a cura di Duccio Cipriani). Nato a Bologna, Galli era figlio di un industriale di Prato, città dove ha vissuto a lungo. Aveva 79 anni. In carriera ha corso per le scuderie McLaren, March, Tecno, Ferrari, Williams.

All’età di venti anni esordì sui kart, per poi vincere nel 1964 la coppa della Consuma e la Bologna Raticosa nella classe turismo. Tre anni più tardi, l’esordio in Formula 2 al Gran Premio di Roma. Nel 1970 venne ingaggiato dalla McLaren per correre il Gran Premio d’Italia. Lo stesso anno, alla guida di una LOLA T 210, stabilì il record sul giro del Circuito del Mugello stradale, tuttora imbattuto. L’anno seguente il grande salto con il passaggio alla March in Formula 1. Nella sua carriera ha potuto guidare pure la Ferrari, a seguito dell’indisponibilità momentanea di Clay Regazzoni. E nel 1973, con la Frank Williams Racing Cars, ottenne come miglior piazzamento un nono posto nel Gran Premio del Brasile.
Una volta ritiratosi dalle corse, Galli si dedicò all’azienda di famiglia.

I funerali si sono tenuti nel pomeriggio di lunedì 14 ottobre in Duomo alla presenza di numerosi parenti e amici. Il rito è stato celebrato dal canonico don Luciano Pelagatti, parroco della Cattedrale di Santo Stefano.


Cordoglio per la morte di Nanni Galli è stata espressa dal Comune di Prato. “Una perdita importante e dolorosa per la città – afferma il sindaco Matteo Biffoni -. La passione per i motori
e la sua straordinaria storia di pilota che lo ha visto negli anni ’70 gareggiare in Formula 1, con i tanti successi di cui è stato protagonista, rimarranno sempre nei ricordi di chi lo ha
vissuto e nelle testimonianze che ci ha lasciato”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*