La gestione del campo Fantaccini di Iolo nel mirino dell’opposizione: “Abusi edilizi non sanati nonostante l’ingiunzione”

Lo sport continua ad essere terreno di battaglia per l’opposizione. Stavolta le attenzioni del centrodestra (Lega, Fratelli d’Italia e Lista Spada) si sono concentrate sul campo Fantaccini di Iolo e
sulla società che lo gestisce, l’Associazione sportiva Asd Iolo calcio. Nello specifico ad aprile 2018 il Comune, dopo un controllo della municipale, ha inoltrato all’associazione un’ingiunzione di demolizione di opere eseguite su suolo pubblico senza abilitazione.
Si tratta di una tettoia a servizio di un piccolo bar, di una porzione di pavimento, di una cisterna per la raccolta dell’acqua piovana, di un container deposito e di un terreno che è stato recintato e
illuminato senza permessi. L’ingiunzione imponeva la dismissione degli abusi entro 90 giorni. Sabato i consiglieri hanno effettuato un sopralluogo, verificando che a distanza di più di un anno solo la tettoia e la cisterna sono state demolite.
Per i consiglieri anche la somministrazione di alimenti e bevande verrebbe fatta senza autorizzazione: “Vogliamo avere chiarezza su questa situazione. Oltre agli abusi – ad ora – non risulta una licenza per la somministrazione di bevande ed alimenti, ma il bar e la pizzeria vengono usati regolarmente” ha detto il consigliere di Fratelli d’Italia Claudio Belgiorno.
L’opposizione vuole vederci chiaro anche sulla determinazione dirigenziale che – 4 giorni dopo l’ingiunzione di demolizione – ha rimodulato gli accertamenti di entrata.
“La manifestazione di interesse è del 2016, l’assegnazione del 2017, l’ingiunzione per la demolizione è del 9 aprile 2018 e quattro giorni dopo è stata fatta una determina su una rimodulazione del canone di affitto dell’impianto. Qualcosa non torna” ha aggiunto Mirko Lafranceschina della Lega. Nel mirino dei consiglieri è finito anche l’ex presidente dell’associazione, che alle ultime
amministrative era candidato nella lista civica Sport per Prato: “La lista non si è mai espressa in materia, nonostante ultimamente siano sorti problemi legati a dirigenti che hanno fatto parte della lista per lo sport” ha commentato Claudiu Stanasel della Lega.
Il presidente della commissione controllo e garanzia Leonardo Soldi ha annunciato che convocherà una seduta sul tema per approfondire e chiarire la questione: “Sono emerse una serie di incongruenze che vogliamo verificare, per questo convocherò una commissione per far luce sulla vicenda” ha detto Soldi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*