Misericordia, a Montemurlo la festa della fondazione con inaugurazione dei nuovi ambulatori

La Misericordia di Montemurlo ha festeggiato 92 anni di attività con una giornata all’insegna della fratellanza, dell’unione e della condivisione. Era infatti il 1927 quando monsignor Paolino Contardi, insieme a nove parrocchiani, dette vita al primo nucleo della Confraternita, che è ancora oggi punto di riferimento per la popolazione montemurlese. Domenica 29 settembre i festeggiamenti hanno preso il via alle 11 con la santa messa presieduta dal correttore Don Gianni Gasperini. All’interno della funzione la Confraternita ha accolto dieci nuovi confratelli, ai quali è stata consegnata la veste nera del pellegrino, tipica del sodalizio della Misericordia.

«Oggi è festa per la sezione di Montemurlo e per tutta l’Arciconfraternita – ha commentato il proposto della Misericordia di Prato Gianluca Mannelli -. Festeggiamo 92 dalla sua fondazione e l’ingresso di nuovi confratelli che hanno partecipato al rito della vestizione entrando dalla porta principale nel nostro movimento, nella nostra grande famiglia. Una sezione attiva e vitale quella di Montemurlo, 92 anni ma non li dimostra. Questo perché tutti i giorni i confratelli e le consorelle di questa sezione si reinventano nel servizio, in quelle che sono le attività importanti di questa comunità, per essere sempre attenti alle nuove esigenze».

I festeggiamenti per i 92 anni di attività si sono poi spostati nella vicina sede della Misericordia. Dopo quattro anni di lavori è, infatti, terminata la ristrutturazione dei locali della Confraternita, che ospiteranno ora anche un centro per il servizio di diagnostica leggera per immagini con la possibilità, per coloro che hanno problemi o sono impossibilitati a recarsi in ambulatorio, di fare l’ecografia anche a domicilio. Presente poi un nuovo punto prelievi convenzionato con la Asl e un centro odontoiatrico con prestazioni che vanno dall’igiene orale alla chirurgia per tutti. Un servizio, quest’ultimo, che la Misericordia ha deciso di offrire anche ai meno abbienti attraverso prezzi calmierati e, in alcuni casi, gratuiti. Alla cerimonia era presente il sindaco Simone Calamai che ha proceduto al taglio del nastro insieme al proposto Mannelli e al presidente della Confraternita Daniele Lombardi.

«Quella di domenica è stata davvero una grande festa – ha aggiunto il presidente Daniele Lombardi –. Abbiamo infatti accolto dieci nuovi volontari, la nostra linfa vitale, e grazie a loro sono stati inaugurati nuovi ambulatori, così da poter offrire sempre più servizi alla comunità. In 92 anni di vita la Misericordia di Montemurlo continua dunque essere punto di riferimento per il territorio. Evviva tutti i confratelli e le consorelle!».

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*