Morte Astori, rinviata l’udienza preliminare: la Fiorentina parte offesa, ma non parte civile nel processo

La Fiorentina parteciperà all’udienza preliminare fissata dal gip Angelo Pezzuti di Firenze nell’ambito dell’inchiesta per la morte di Davide Astori “in qualità di persona offesa, per solidarietà e vicinanza alla famiglia” del capitano viola, ma non si costituirà parte civile. Lo annuncia il legale della società viola, avvocato Nino D’Avirro, in occasione del rinvio al 5 dicembre prossimo dell’udienza preliminare, prevista ieri ma saltata a causa di uno sciopero dei penalisti.
Partecipando all’udienza preliminare e al processo in qualità di parte offesa, la Fiorentina potrà presentare memorie e interloquire col giudice ma non ottenere un eventuale risarcimento del danno come invece previsto per la parte civile. A costituirsi parte civile saranno invece i familiari di Astori.
Nel procedimento è imputato per omicidio colposo il medico pratese Giorgio Galanti come direttore sanitario del Centro di Medicina per lo sport dell’Aou di Careggi. Galanti, spiega il suo difensore Sigfrido Fenyes, potrebbe chiedere il processo in rito abbreviato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*