Moto3, Lorenzo Dalla Porta è campione del mondo

Lorenzo Dalla Porta entra nella storia. Il ventiduenne pilota di Montemurlo ha conquistato il titolo di campione del mondo in Moto3 e lo ha fatto nel migliore dei modi, vincendo il Gran Premio di Australia sul circuito di Philip Island. Non solo. Dalla Porta diventa anche il primo italiano a vincere il mondiale di Moto3, riportando il titolo in Italia dopo ben 15 anni (l’ultimo era stato Andrea Dovizioso nel 2004, quando esisteva ancora la classe 125).


A Philip Island Lorenzo ha conquistato il terzo gran premio dell’anno, dopo quelli di Germania e Giappone. Una stagione condotta alla perfezione, perché anche nei momenti più delicati il pilota del Team Leopard Racing ha sempre dimostrato di saper gestire la situazione. Partito sesto, Dalla Porta dapprima ha mantenuto la posizione, senza correre troppi rischi, poi ha preso il comando della gara approfittando anche dell’ennesima caduta del suo principale rivale, lo spagnolo Aron Canet. Nel corso dell’ultimo giro Dalla Porta è stato superato da Suzuki, ma è riuscito subito a ripassasarlo e a tagliare il traguardo per primo, davanti a Ramirez e Arenas, coronando nel migliore dei modi la conquista del titolo iridato, che arriva con due gare di anticipo dalla fine della stagione. Subito dopo la bandiera a scacchi è scoppiata la festa, con papà Massimiliano comprensibilmente emozionato. Lorenzo ha dedicato la vittoria proprio a lui, alla sua famiglia e alla nonna Nicoletta recentemente scomparsa (il numero 48 con cui corre è in onore dell’anno di nascita di sua nonna, ndr).

Intanto Montemurlo si prepara a riabbracciare e festeggiare Lorenzo. Il sindaco Simone Calamai e l’assessore allo sport Valentina Vespi hanno voluto esprimere la loro soddisfazione per questa straordinaria vittoria: “Un grande orgoglio per tutti gli amanti di motociclismo e per tutti i montemurlesi, che hanno sempre fatto il tifo per Lorenzo. Ci stringiamo in un grande abbraccio a Lorenzo, perché sappiamo quanto lavoro, quanto sacrificio e determinazione ci sia dietro a questo risultato. Lo abbiamo visto crescere negli anni come uomo e come sportivo. Tutto è iniziato a Oste, sul piccolo circuito il Geko, creato dal babbo di Lorenzo, Massimiliano, che ha sempre creduto nelle potenzialità del figlio e le ha coltivate con tenacia. Vederlo trionfare in Australia è davvero meraviglioso. Ora aspettiamo Lorenzo a Montemurlo per festeggiarlo” concludono il sindaco Calamai e l’assessore Vespi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*