Nuovo corso di estetica sociale a supporto dei pazienti oncologici. Cna sociale raccoglie fondi per la Fondazione Pitigliani

Oltre 100 persone coinvolte, tra imprenditori, istituzioni e cittadini e ben  2.000 euro raccolti in favore della Fondazione Pitigliani. È questo il contributo dell’evento organizzato da CNA Sociale, la nuova associazione senza scopo di lucro presieduta da Ina Paola Calandra, che ieri ha chiamato a raccolta gli imprenditori al Circolo 29 Martiri per il convegno su “L’Estetica Sociale. Le nuove frontiere del benessere psico-fisico a supporto della terapia oncologica” e, a seguire, la cena sociale di raccolta fondi.

Il convegno –  organizzato in collaborazione con Cna Toscana Centro, Cna Impresa Donna, CNA Pensionati Toscana, Casa di Cura Villa Fiorita e Asl Toscana Centro – ha consentito di fare il punto con medici, oncologi, radioterapisti, psico-oncologi, Asl Toscana centro, Regione Toscana e imprese di estetica, sulle azioni concrete che Cna sta portando avanti per la crescita professionale del settore.
Sottolinea la presidente di CNA Sociale, Paola Calandra: “In un panorama che vede purtroppo un incremento delle patologie oncologiche – più di 3.000 casi di tumore al seno nel 2017 e circa 400 casi di tumore ovarico – le imprese di estetica hanno avviato un percorso di alta specializzazione, sotto la guida dei medici oncologi, per supportare le donne che affrontano pesanti cure radioterapiche o chemioterapiche. La specializzazione in estetica oncologica richiede una formazione di alto livello e da qui è nata l’idea di organizzare –  insieme ad OTI  – il primo corso di specializzazione in Toscana, in collaborazione con Villa Fiorita, per formare professionisti del settore estetico in grado di eseguire trattamenti per affrontare le problematiche più note – perdita di capelli, di peso, pallore –  e ottenere positivi risvolti psicologici nei pazienti. E’ importante sottolineare che non si tratta di una qualifica professionale ma di un accrescimento culturale dell’estetista che, attraverso questo corso, sarà in grado di supportare con specifici trattamenti le persone in corso di cure chemioterapiche. Detto questo, la vera sfida per noi, oggi, è quella di lavorare per avviare il percorso di riconoscimento in Regione Toscana, affinché questi corsi possano avere una valenza professionalizzante per tutti gli operatori del settore estetico, e vadano di pari passo con quello che è il consueto percorso formativo di settore. Già a gennaio del 2018 il Consiglio regionale ha approvato una mozione che impegnava la Giunta toscana a valutare la creazione di una rete istituzionale regionale di operatori qualificati, all’interno della quale ogni paziente oncologico potesse individuare professionisti in grado di effettuare trattamenti di bellezza e benessere sinergici con le terapie. E ora chiediamo ai consiglieri regionali di attivarsi per il riconoscimento di una figura professionale precisa, che collabori in ambito sanitario”.

Dal canto suo, il consigliere regionale Nicola Ciolini presente all’evento ha confermato la propria disponibilità ad impegnarsi in questa direzione.
Catia Rigotti, portavoce delle Estetiste di Cna Toscana Centro ha precisato che “il nostro lavoro  presuppone una grande sensibilità ed empatia verso i problemi della clientela ed è da qui che è nata l’ultima frontiera professionalizzante: la specializzazione in estetica oncologica, che si sta introducendo anche negli ospedali. Il nuovo corso formativo di alta specializzazione per le estetiste sarà affidato a OTI ITALY la divisione Italiana di OTI Oncology Training International – in collaborazione con Villa Fiorita di Prato. Il corso avrà una durata di 3 giorni con contenuti elaborati da medici specialisti in oncologia, psicologia, chirurgia estetica e professionisti del settore estetico. Al termine del corso, verrà rilasciata una Certificazione Internazionale previo superamento di un esame teorico e pratico”.

Per informazioni è possibile rivolgersi a CNA Toscana Centro, telefonando al numero 0573 9211