Pedinamenti sotto casa e in palestra: bodybuilder denunciato dalla ex convivente

Aveva iniziato a pedinarla, seguirla nei locali, molestarla persino nella palestra che entrambi – veri amanti del culturismo – frequentavano insieme e dove il loro amore era sbocciato. Una serie di appostamenti sotto casa e richieste di chiarimento che nei mesi si erano fatte sempre più insistenti e che hanno spinto la donna (una italiana di 37 anni) a sporgere denuncia nei confronti del compagno, un giovane di 31 anni, finito sotto inchiesta. Due i reati che gli vengono contestati: violenza privata e stalking.

La convivenza tra i due bodybuilder era iniziata, nell’abitazione di lei, solo pochi mesi fa. Un rapporto fatto di alti e bassi e finito durante una brutta discussione nel mese di luglio. Secondo quanto denunciato dalla donna, in quella circostanza lui l’avrebbe spinta e immobilizzata sul letto, poi avrebbe gettato il telefonino di lei dalla finestra per impedirle di chiamare il 113.

E’ allora che il rapporto si interrompe ma poco dopo iniziano gli appostamenti sotto casa, nei locali e le discussioni anche in palestra, in cui entrambi sono iscritti. Mesi difficili, interrotti nei giorni scorsi dalla misura stabilita dal giudice delle indagini preliminari del tribunale di Prato Francesco Pallini, che ha accolto la richiesta del sostituto Laura Canovai: per il 31enne è scattato il divieto di avvicinamento alla casa, alla palestra e al luogo di lavoro della donna.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*