Prato Urban Run, in 2700 alla camminata urbana nei luoghi dell’arte FOTO

Sono stati in 2700 a partecipare alla quarta edizione della Prato Urban Run. Sole, divertimento e la scoperta delle bellezze di Prato per tante famiglie che hanno scelto di camminare per le strade della città e visitare monumenti e palazzi storici. Tre giorni di sport che hanno visto il Centro Giovanile di Formazione Sportiva come protagonista con il seminario, venerdì pomeriggio, a Palazzo Banci Buonamici sullo “Sport Giovanile e Stili di Vita”, poi sabato il village con il Prato Sport show e la presentazione delle squadre partner del Cgfs. Infine domenica l’onda azzurra di tanti appassionati che hanno vissuto una mattina alla scoperta di posti impensabili.

La madrina della manifestazione è stata Arianna Errigo che ha accompagnato il primo gruppo e poi si è esibita in pedana con i ragazzi della Scherma Prato. “E’ un modo nuovo di fare sport e di vivere il centro storico di Prato con un percorso di circa 5 km dove le famiglie, i bambini, gli appassionati, i cittadini e i turisti – spiega il sindaco Matteo Biffoni – hanno avuto la possibilità di camminare dentro la città in maniera unica”. “Un grande appuntamento che fa scoprire attraverso la camminata – dice l’assessore allo sport del Comune di Prato Luca Vannucci – le nostre bellezze con tutte le famiglie”. “Grazie ai tanti pratesi e non solo, che hanno partecipato all’evento – illustra il presidente del CGFS Asd Gabriele Grifasi – un grazie allo staff del Cgfs, agli sponsor e ai tanti volontari oltre al Coni che dedicano tanto tempo per organizzare questa festa delle famiglie”.

Il punto focale è stata Piazza delle Carceri con partenza e arrivo. I partecipanti, due gruppi da 80 persone, andavano in direzione Riversibility, Campo dello StreetBasket, visita del teatro-cinema Borsi, San Domenico e palazzo comunale, passaggio alle nuove Manifatture Digitali Cinema e Bastione Santa Trinita per chiudere poi in bellezza con la visita del Chiostro di San Francesco. “E’ stato divertente e molto bello perché tutta la famiglia e noi siamo in sei abbiamo vissuto insieme e passare dalla sala trucchi, casting e proiezioni per scoprire il cinema è stato davvero incredibile e bello – dice Sabrina – inoltre la stanza del sindaco è stata una sorpresa perché è davvero grande e luminosa. Me l’aspettavo più cupa”. “Per me è la quarta volta che faccio l’Urban Run e ogni volta c’è qualcosa di diverso – spiega invece Daniela – quest’anno l’allestimento del ristoro all’interbo del Castello dell’Imperatore con musiche spagnole e francesi è stato molto carino oltre ai passaggi nel chiostro di San Francesco e in San Domenico”. “Io sono di Venezia e ho scoperto una città davvero bella – dice infine Enzo – avete davvero dei monumenti splendidi e ben tenuti. Prato è davvero solare.”

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*