Seimila candidati per 29 posti nella pubblica amministrazione: la prossima settimana maxi-concorsi in 4 scuole e all’Estraforum

La prossima sarà la settimana dei maxi-concorsi per il posto fisso nella pubblica amministrazione, per la figura tecnico dei servizi amministrativo-contabile. Due concorsi che visti anche i requisiti fissati (per quanto riguarda il titolo di studio è sufficiente il diploma di scuola media superiore) hanno richiamato migliaia di aspiranti, molti dei quali si cimenteranno in entrambe le selezioni.
Mercoledi16 ottobre, alle 11,30, il palazzetto dello sport Estraforum accoglierà 797 candidati per gli 8 posti messi a bando dalla Provincia (di cui 4 saranno assunti dal Comune di Poggio a Caiano).
La prova preselettiva sarà ancora più affollata per il concorso indetto dal Comune di Prato: per i 21 posti, anche questi a tempo indeterminato, si sono fatte avanti ben 5165 persone, da varie regioni d’Italia.
La commissione è stata così costretta a suddividere i candidati in quattro sedi: Gramsci-Keynes e Dagomari in via Reggiana, liceo Livi in via Marini e il Copernico in viale Borgo Valsugana. La prova, un quiz composto da 30 domande a risposta multipla sulle materie d’esame, si terrà in contemporanea venerdi 18 ottobre, alle ore 15: i candidati dovranno recarsi nell’aula indicata nella convocazione (vedi la ripartizione dei candidati nelle 4 sedi), portare con sé documento di identità e ricevuta del pagamento della tassa del concorso (5 euro). I risultati del test preselettivo saranno resi noti sul sito del Comune entro il 25 ottobre: i primi 400 avranno accesso alle prove successive, uno scritto ed un orale.
Meccanismo simile per il concorso indetto dalla Provincia: dei 797 candidati che parteciperanno al quizzone di mercoledi prossimo (ecco l’elenco degli ammessi), soltanto i primi 150 idonei accederanno alla fase successiva, composta da una prova scritta ed una orale.
Due concorsi, altrettante occasioni per il posto fisso: per quello in provincia uno su cento ce la farà. Per quello in Comune potrà festeggiare l’assunzione soltanto uno su 245 candidati.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*