Allerta arancione per rischio idrogeologico, attivato il sistema di protezione civile

Allerta arancione per la zona del Comune di Prato dalla mezzanotte fino alle 13 di domani, venerdì 8 novembre, per rischio idrogeologico. Questa la previsione dell’ultimo bollettino del Centro funzionale regionale. Il rischio idrogeologico passerà poi da arancione a giallo dalle 13 di domani fino alla mezzanotte successiva. Previsto anche il rischio di “forti temporali” dalla mezzanotte per tutto il giorno di venerdì 8.

Sulla nostra Regione è atteso infatti un peggioramento delle condizioni meteo fin dalle prossime ore di oggi, giovedì 7 novembre, con piogge sulla costa e sulle zone nord-occidentali. Nel corso della notte e della giornata di domani, venerdì 8 novembre, le perturbazioni tenderanno ad estendersi interessando anche le altre zone di allerta della Toscana. Nel corso delle prime ore di domani venerdì 8 i rovesci più intensi si trasferiranno sul centro della Regione con conseguente miglioramento sulle zone settentrionali.

Dalla sera di oggi e per tutta la giornata di domani, venerdì, i cumulati al suolo attesi conseguenti alle precipitazioni sono i seguenti:

Cumulati medi

Fino a 40-50 mm sulle zone di allerta di Nord-Ovest
Fino a 30-40 mm sulla costa centrale e sulle province di Pisa, Lucca, Pistoia, Prato e Firenze
Fino a 15-20 mm sulle altre zone di allerta della Toscana

Cumulati massimi

Fino a 60-90 mm sulle zone di allerta di Nord-Ovest e lungo la costa settentrionale
Fino a 40-60 mm su tutte le altre zone di allerta
Si fa presente che, per quanto riguarda il territorio di nostra competenza ( zona “B”), i tecnici del Centro Funzionale ritengono probabile che nel corso della notte e delle ore mattutine di domani, venerdì 8 novembre, si registrino temporali localmente forti e persistenti con possibili cumulati significativi in brevi spazi di tempo (1 ora). Detti fenomeni, nel corso del pomeriggio, dovrebbero andare ad interessare la parte centro-meridionale della Toscana.

Attivazione del Sistema di Protezione Civile

Come ormai di prassi il Sistema cittadino di Protezione Civile assumerà fin dalla tarda serata di oggi, giovedì 7, il proprio livello operativo di “Attenzione” e resterà tale fino al termine dello stato di criticità dichiarato (quindi fino al termine della criticità “Gialla”cioè fino alla mezzanotte di domani, venerdì 8 novembre 2019).

L’eventuale verificarsi dei fenomeni previsti dal Centro Funzionale potrebbe comportare problemi di diverso genere.
Intense precipitazioni temporalesche con conseguenti cumulati al suolo estremamente concentrati potrebbero condurre ad una repentina saturazione delle condotte fognarie con impossibilità di smaltimento immediato delle acque superficiali; in questo caso si potrebbero registrare allagamenti momentanei di zone particolarmente “depresse” primi fra tutti i sottopassi stradali e alcuni tratti di viabilità. In tal caso si raccomanda di prestare la massima attenzione nell’avvicinarsi a questi tratti stradali. Rispettate scrupolosamente gli eventuali segnali di divieto che dovessero attivarsi in caso di parziale allagamento dei sottopassi (localizzati su tutta la rete stradale principale) e utilizzate sempre le rotatorie soprastanti.

Contrariamente, prolungati periodi di pioggia (come accaduto in modo praticamente continuativo dal 2 al 6 novembre) condurrebbero ad un incremento dei livelli di tutti i corsi d’acqua cittadini. In particolari condizioni tale innalzamento potrebbe risultare estremamente repentino (martedì scorso, 5 novembre, come da aggiornamenti in tempo reale, l’Ombrone alla Stazione di Pontelungo, si è innalzato di oltre 170 cm in meno di mezz’ora).

In base a quanto sopra si fa presente che tutti i tecnici del Centro Situazioni effettueranno un costante e continuo monitoraggio dell’evolversi della situazione meteo in atto e si manterranno in stretto collegamento con il Centro Funzionale al fine di poter disporre di tutte le previsioni più aggiornate.

Saranno possibili aggiornamenti della presente sul sito della protezione civile www.protezionecivile.comune.prato.it

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*