Casa per padri separati, a inizio anno l’inaugurazione VIDEO

La struttura di accoglienza per padri separati in via Fiorentina sarà pronta a inizio anno. Ad anticiparlo è l’assessore alle Politiche sociali del Comune Luigi Biancalani, ospite della puntata di ieri sera di Parliamoci chiaro. Un luogo sicuro, nell’ex asilo vicino alla Misericordia di Grignano, in cui i padri separati che non sanno dove andare possano trovare riparo e passare del tempo coi propri figli.

Ascolta l’estratto della puntata di ieri sera con l’intervista all’assessore Biancalani:

 

 

A breve partiranno anche i lavori di ristrutturazione della sede storica di via del Carmine dove è collocato il dormitorio gestito dall’associazione La Pira: “A breve partirà il trasferimento del dormitorio La PIra negli spazi della palazzina ex Anci di via Roma, dove avevamo già allestito un dormitorio l’anno scorso – spiega ancora Biancalani -. Qui risulterà un totale di 20 posti letto per affrontare l’emergenza freddo. Una soluzione provvisoria per consentire i lavori dentro Palazzo Pacchiani”.

E a proposito di emergenza freddo, anche alcune parrocchie di periferia si sono attrezzate. Tra queste, Galcetello, che dallo scorso anno ha attivato un dormitorio notturno con 4 posti letto. Il servizio, che era stato pensato solo per la stagione invernale, in realtà è andato avanti fino al mese di agosto perché alcuni assistiti, segnalati dalla locale conferenza della San Vincenzo, avevano bisogno di un luogo dove dormire. “Quando arriverà il freddo, rimetteremo in attività l’asilo notturno – riferiscono il parroco di Galcetello Don Andrea Cerretelli e uno dei vlontari, Francesco Rossi -, abbiamo però bisogno di nuove forze, facciamo un appello ai cittadini che vogliano provare un’esperienza di volontariato qui da noi”.

2 Commenti

  1. MA GLI ALLOGGI PER I PADRI SEPARATI NON ERANO GIA’ IN COSTRUZIONE A GRIGNANO ACCANTO AI GIARDINI APPENA INNAGURATI? VISTO CHE I LAVORI SONO INIZIATI E POI FERMATI.? QUALCUNO MI PUO’ SPIEGARE MEGLIO ‘ L’ASSESSORE MI PUO’ RISPONDERE
    GRAZIE!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*