Commercialisti mobilitati sulle regole antiriciclaggio: oltre 150 partecipanti al corso

commercialisti convegno palazzo delle professioni

Mobilitazione dell’Ordine dei Commercialisti e dei Dottori contabili di Prato per l’attuazione della normativa antiriciclaggio. Questa mattina, al Palazzo delle professioni, circa 150 professionisti (un quarto degli iscritti all’ordine pratese) hanno partecipato al corso di secondo livello per dare piena attuazione alla normativa antiriciclaggio. L’Ordine nazionale su questo fronte è molto attivo: prima ha approvato un piano delle regole tecniche da seguire (che ha avuto il via libera dal ministero dell’Economia e Finanze) e poi si è dotato delle line guida con tutte le indicazioni operative. E proprio questi due aspetti sono stati approfonditi con dovizia di particolari da Annalisa De Vivo, componente del gruppo di lavoro “antiriciclaggio” del Consiglio nazionale dell’Ordine nazionale dei commercialisti.

Due sono i fronti di adempimento: la redazione del cosiddetto fascicolo cliente e l’autovalutazione dello studio professionale, due strumenti di controllo per fronteggiare il rischio di esporsi ai trabocchetti del riciclaggio. L’iniziativa di questa mattina è stata organizzata dalla Commissione antiriciclaggio dell’Ordine pratese che vede impegnati i professionisti Marco Ciabatti, Edoardo Sarti e Giovanni Zanolla. “Vogliamo affermare con determinazione che i Commercialisti ci sono e stanno dalla parte delle regole. Il nostro impegno è quello di essere promotori di una cultura della legalità – sottolinea Edoardo Sarti – La nostra categoria, e la presenza di oggi lo dimostra, è molto attenta e sente una grande responsabilità rispetto al grave problema del riciclaggio e agli strumenti che permettono di prevenirlo”.

Da Annalisa De Vivo è arrivato un riconoscimento all’Ordine di Prato. “E’ uno dei più impegnati nel panorama nazionale per la diffusione della conoscenza delle norme antiriciclaggio e l’utilizzo degli strumenti per fronteggiare i comportamenti fraudolenti”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*