Da centrale elettrica a centrale dello spaccio: due pusher arrestati nella torretta di via Brugnani FOTO

Utilizzavano i locali di una torretta adibita in passato a centrale elettrica come base per custodire e confezionare la droga. I due spacciatori sono stati scoperti e arrestati dalla squadra mobile, che è intervenuta ieri in via Brugnani, alla periferia sud di Prato, fra Tavola e il confine con Quarrata, dove da tempo erano stati notati movimenti sospetti da parte dei due individui. Il blitz ha dato esito positivo: i due spacciatori, entrambi cittadini marocchini, di 28 e 24 anni, sono stati sorpresi mentre stavano preparando le dosi di cocaina e bloccati, nonostante il tentativo di fuga.

Gli agenti hanno sequestrato quasi 250 grammi di cocaina, destinata probabilmente a rifornire i clienti della zona di piazza stazione, oltre a bustine di cellophane, forbici, una bilancina di precisione e tre telefoni cellulari. La droga, una volta immessa sul mercato al dettaglio, avrebbe potuto fruttare circa 12.500 euro.

I due spacciatori dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di droga e resistenza a pubblico ufficiale. Uno di loro, residente al Soccorso, era già stato arrestato per il medesimo reato nel 2017, mentre l’altro è senza fissa dimora e irregolare in Italia, con precedenti di polizia.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*