Lorenzo Bini Smaghi verso la presidenza del Centro Pecci

Lorenzo Bini Smaghi in pole come nuovo presidente del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci. Il nome del noto economista, dal 2005 al 2011 membro del Comitato esecutivo della Banca Centrale Europea, metterebbe d’accordo Comune, Regione, soci fondatori e famiglia Pecci. Prima dell’ufficialità è necessario che siano individuati anche gli altri componenti del Cda, che, nel numero minimo di 5 persone, conta sulle 4 nomine effettuate dal Comune, compresa quella del presidente, e su 1 dell’Associazione Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci. La volontà del Comune e dei soci fondatori è quella di chiudere entro un mese il percorso che darà una nuova presidenza alla Fondazione delle arti contemporanee che gestisce il Pecci, dopo che l’attuale presidente in proroga Irene Sanesi aveva dichiarato di essere indisponibile ad un secondo mandato. Il nuovo presidente rimarrà in carica per i prossimi 4 anni.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*