Progetto Robocam, il consigliere Curcio attacca: “Un robo-flop, dovevano essere operativi 6 mesi fa”

marco curcio

“I robottini annunciati da Biffoni che fine hanno fatto? Sono un robo-flop”. Così il consigliere della Lega Marco Curcio definisce il progetto Robocam, i due robot con finalità di videosorveglianza e servizi ai cittadini, messi a punto dall’istituto di Bio Robotica della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa nell’ambito del progetto del Parco fluviale Riversibility. “Ci fu detto che sarebbero arrivati a giugno. Sono trascorsi 6 mesi e i robot non sono ancora operativi – dice Curcio – e non potranno esserlo durante l’inverno perché non resistono all’acqua. Inoltre non hanno alcuna omologazione nè certificazione per potersi muovere senza un tutor. Hanno bisogno dell’accompagnatore con il telecomando”. Curcio si sofferma anche sui costi dell’operazione: “Ci veniva detto che sarebbero costati al Comune 29mila euro, invece finora l’amministrazione ne ha già spesi 100mila per la prima fase di studio. Se vorremo vedere i robot operativi dovremo aspettare molti anni e altri finanziamenti”. Per il consigliere l’amministrazione deve quindi fare una scelta: “Vale la pena proseguire e spendere un altro mezzo milione o è meglio fermarsi e lasciare a Pontedera questo robo-flop?”

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*